I fratelli Tabacco firmano una storica rimonta in finale: Sinalunga-Messina 3-3

Ctv MessinaGiorgio e Fausto Tabacco in azione a Torino (foto Supertennis)

Nel secondo doppio c’è la tensione che ci si aspetterebbe in una partita che vale lo scudetto. Il Ctv Messina, supportato da un pubblico splendido, ha allungato ancora la finale grazie alla carica dei fratelli Giorgio e Fausto Tabacco. “Abbiamo vissuto emozioni fortissime ma dobbiamo restare concentrati. Un pubblico caloroso ci è sempre stato vicino” commenta Fausto dopo la partita a SuperTennis.

Ctv Messina

Giorgio Tabacco ha avuto una grande reazione (foto Supertennis)

“Questo doppio era destinato a noi, ci abbiamo creduto fino all’ultimo – ha aggiunto Giorgio –. Sono felicissimo. Il momento era delicatissimo: dovevamo soltanto rimanere positivi nel tie-break del secondo set ed è stato decisivo. Fausto ha salvato un match point con una risposta pazzesca”. I fratelli Tabacco hanno pagato la minore continuità nel primo set, vinto dalla coppia del Tc Sinalunga per 6-4. Giorgio, in difficoltà, ha un moto d’orgoglio nel secondo parziale, che è il più intenso e imprevedibile dell’intera finale scudetto.

Sono proprio le brillanti soluzioni di Giorgio Tabacco a fruttare il controbreak del 3-3. Il minore dei fratelli del vivaio messinese si esalta ancora di più nel game successivo, quando piazza l’ace su Luca Vanni al punto decisivo: così evita il break e firma il sorpasso sul 4-3. La coppia siciliana ha anche tre chances consecutive per salire 5-3, ma la tensione comporta qualche errore di troppo sotto rete e Vanni salva un teso turno di battuta. Fausto poi va a servire e si ritrova sotto 15-30. Matteo Gigante sbaglia la valutazione su una palla non impossibile sotto rete e alla fine i Tabacco possono esultare per il 5-4.

Ctv Messina

Fausto Tabacco è il più grande dei due fratelli (foto Supertennis)

I fratelli arrivano anche a un punto dal set: sul 4-5 40-40, Gigante va a servire da sinistra contro Fausto Tabacco che sente un po’ il momento e finisce per sbagliare in lunghezza. Gigante e Vanni sfruttano invece il momento e si prendono il break per il 6-5 dopo due dei punti più spettacolari della partita segnati anche dalle deviazioni del nastro. Sul finale, però, si spegne la luce per la coppia del Tc Sinalunga. I fratelli Tabacco piazzano il secondo contro-break e lanciano una serie di sette punti di fila fino al 3-0 nel tie-break, e porteranno a otto la striscia di punti vinti in risposta fino al 6-1.

Il set più incredibile della finale scudetto vive un altro colpo di scena. Gigante e Vanni risalgono fino al 7-6. I Tabacco cancellano il match point, Vanni e Gigante salvano poi altri due set point (sesto e settimo del tie-break, 9-9). Fausto Tabacco copre alla grande la rete e si prende il punto del 10-9, ma non è quello buono: Vanni tiene meglio di Giorgio Tabacco. Ma alla fine la grinta e la tenacia dei fratelli siciliani pagano: il tie-break si chiude 12-10, preludio ad un match tie-break dominato per 10-2. Il verdetto della finale, dunque, è rimandato al doppio di spareggio.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva.it, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma per 6 anni. Nel 2022 è maestro in una scuola primaria a Siena, nel 2023 assistente amministrativo in un istituto secondario a Piacenza

Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33