Gold & Gold Messina, il 2023 parte col botto. Vince a Catania, è al quarto posto

Basket School MessinaLa Basket School Messina festeggia una vittoria

Inizia con un successo importantissimo il 2023 della Gold & Gold Messina. I giallorossi sbancano il parquet dell’Alfa Catania, 56-70 il punteggio finale, e balzano prepotentemente al quarto posto in classifica, agganciando in un sol colpo proprio gli etnei, Castanea e Catanzaro, a quota 14 punti. La squadra allenata da Pippo Sidoti ha disputato una gara difensiva perfetta, limitando i rossazzurri che in casa viaggiavano ad una media di 85.8 punti a partita. In fase offensiva, la Basket School Messina ha trovato la giusta continuità, trascinata dall’ottimo Leo Di Dio, autore di 24 punti (64,7% da due più 7 rimbalzi e 7 assist), e dalle triple di Ivan Zivkovic (16 punti, con il 44,4% da tre e 4 rimbalzi), costretto alla panchina nel quarto finale per una botta presa al setto nasale.

Basket School Messina

Cordaro marcato da Corselli

Ma è stata una vittoria del gruppo: tutti hanno dato il proprio contributo, giocando con grande concentrazione e la giusta mentalità. Mancasola, febbricitante, è rimasto in campo 40 minuti, per lui 8 punti, 9 rimbalzi, 8 assist ed una difesa asfissiante sul bomber locale Abramo. Tartamella realizza 8 punti e porta a casa 14 rimbalzi; Linde mette 9 punti (3/3 da 2) e scende 7 rimbalzi. Solita gara di sacrificio per Cordaro, non al top della forma fisica, per lui 2 punti e 5 rimbalzi. Esordio assoluto per Obitsoe, che in meno di cinque minuti sul parquet realizza una tripla e dà fiato ai compagni. Maddaloni non va a segno ma si sacrifica sotto canestro, dove conquista falli importanti: convalescente, non potrà che fare meglio quando recupererà la condizione fisica. Soffre in tribuna, per via della squalifica, il capitano Scimone, che incita i compagni: segno di grande coesione del gruppo.

La gara inizia bene per la Gold & Gold Messina, la difesa ermetica e la precisione al tiro di Mancasola, Di Dio, Tartamella e Linde permettono agli scolari di volare sul punteggio di 11-2, costringendo coach Di Masi al time out. Il trend non cambia, Corselli cerca di trascinare l’Alfa, ma dall’altra parte c’è un certo Zivkovic che non perdona dall’arco: Messina scappa sul +17 (8-25) alla fine del primo periodo. Nella seconda frazione, gli scolari trovano qualche difficoltà, Di Masi dispone i suoi a zona 2-3 e con un parziale di 7-0 si riportano a -10 (17-27). Ci pensa l’esordiente Obitsoe a scardinarla con la tripla del nuovo +13. Gli etnei si rifanno sotto con Pennisi, ma Di Dio e Cordaro riportano su la Basket School che alla fine del primo tempo conduce per 23-38.

Basket School Messina

Leonardo Di Dio al tiro contro l’Alfa. Per lui 24 punti e 7 assist

Nel secondo tempo l’Alfa torna a difendere a uomo, la Gold & Gold vola sul +20 grazie ai liberi di Tartamella e alla tripla di Zivkovic (23-43). Abramo risponde dall’arco, ma ancora l’ala croata replica dai 6,75 (26-46). Abramo vuole incidere sul match, va a segno dal perimetro e poi ruba e realizza in contropiede (31-46). La replica di Linde riporta a +17 Messina, Zivkovic prende una botta al naso e deve lasciare il campo, Pippo Sidoti lo sostituisce con Cordaro. Un bel fraseggio manda a canestro Tartamella. Nel finale del terzo periodo i padroni di casa riescono ad accorciare le distanze con Pappalardo, Abramo, Patanè ed Arena. Per i giallorossi è il solito Di Dio a mettere canestri importanti: alla mezzora il vantaggio ospite è di 12 lunghezze (42-54).

Nell’ultimo quarto i catanesi tentano il tutto per tutto, ma i peloritani non si fanno sorprendere. Patanè si erge a protagonista, ma Messina ritrova la mano di Linde (47-59). Catania insiste e Pennisi mette la tripla del -8 (53-61). I ragazzi di Pippo Sidoti non si disuniscono, Di Dio imbecca Mancasola che non sbaglia dall’arco (53-64). Negli ultimi quattro minuti i giallorossi gestiscono il vantaggio, malgrado le incursioni di Patanè. Di Dio mette il suo ventiquattresimo punto personale, Tartamella e Mancasola chiudono le marcature per il 56-70 finale che regala alla Gold & Gold Messina la seconda vittoria in trasferta, ma questa è molto più pesante della precedente, perché conquistata sul campo di una diretta concorrente. I ragazzi festeggiano il settimo successo in campionato e già si proiettano al prossimo impegno di domenica sul parquet dell’OrSa Barcellona, sconfitta in casa dalla Fortitudo per 62-88. La Basket School Messina è tornata, adesso bisogna dare continuità ai risultati e alle prestazioni.

Basket School Messina

A Catania ancora una buona prestazione per l’ala croata Mihael Linde

Pol. Alfa Catania – Gold & Gold Messina 56-70
Parziali: 8-25, 15-13 (23-38), 19-16 (42-54), 14-16.
Pol. Alfa Catania: Distefano 2, Arena 4, Corselli 7, Galasso n.e., Patanè 14, Pennisi 9, Pappalardo 2, Delia, Barletta n.e., Elia 4, Abramo 17. Allenatore: Davide Di Masi
Gold & Gold Messina: Maddaloni, Obitsoe 3, Freni n.e., Muscolino n.e., Tartamella 8, Di Dio 24, Mancasola 8, Linde 9, Zivkovic 16, Cordaro 2. Allenatore: Pippo Sidoti
Arbitri: Paolo Filesi e Matteo Filesi di Chiaramonte Gulfi (RG).

Autori

+ posts