Giampà: “Errori da non ripetere. Servono una prestazione corale e serenità”

Mimmo GiampàIl tecnico del Sant'Agata Mimmo Giampà

Terzo impegno ufficiale della stagione per il Città di Sant’Agata, che ritrova il Cittanova a distanza di pochi giorni. “Li conosciamo perché ci siamo già affrontati in Coppa – ammette il tecnico Domenico Giampà -. Sarà uno scontro diretto per la salvezza ed entrambe veniamo da una sconfitta. Per fare risultato dobbiamo offrire un’ottima prestazione perché loro sono molto organizzati e ben allenati. Servirà la massima serenità per portare punti a casa”.

Sant'Agata

Fabio Alagna in azione con la maglia del Sant’Agata

L’esordio ha lasciato un po’ di amaro in bocca perché i tre punti sono andati agli ospiti e i complimenti, che non fanno classifica, ai padroni di casa: “La prestazione col Trapani e stata positiva ma in occasione dei loro gol, arrivati nel nostro migliore momento, ci sono state alcune disattenzioni che non possiamo permetterci. Gli avversari infatti devono segnare per merito loro e non per nostri demeriti. Queste squadre ti puniscono al primo errore. Abbiamo subìto per un momento in avvio di ripresa e loro hanno sfruttato il palleggio. In alcune fasi ti devi difendere, mentre in altre puoi attaccare”. 

L’ex centrocampista messinese non vuole alibi, nonostante le peculiarità della struttura calabrese: Il campo è molto piccolo ma dobbiamo abituarci subito a strutture come quella del Cittanova, differenti dalla nostra per dimensioni. Sappiamo di non poter sbagliare nulla, perché non hai poi tempo di recuperare in caso di errore su fondi del genere”. 

Sant'Agata

Alessio Faella difende un possesso

Dopo le punte Faella e Alagna, l’auspicio è che possa sbloccarsi qualche altro compagno. Due le defezioni, che riducono a sette il numero degli over arruolabili: Cipolla e Ficarra non saranno della gara per noie fisiche. Io punto sempre sul collettivo. Per fare gol è ovvio che serve la giocata del singolo ma come mentalità ci deve aiutare la prestazione corale. Se non perdiamo le nostre certezze proveremo a fare la partita, poi è normale che in campo c’è anche l’avversario“. 

The following two tabs change content below.