Esordio con vittoria per il San Matteo su un’irriducibile Nova Basket

Coach Musolino dà indicazioni alla squadra
Giusy Onugha (San Matteo) in palleggio

Giusy Onugha (San Matteo) in palleggio

Il San Matteo Messina conquista i primi due punti della stagione nel campionato di serie B Femminile superando una diretta concorrente alla lotta al vertice come la Nova Basket Castellammare del Golfo (62-50 il punteggio finale). Debutto assoluto per le ragazze del tecnico Antonio Musolino che di fronte al pubblico amico del PalaRussello hanno offerto un primo tempo di ottima pallacanestro, scavando un break decisivo di 21-8 nel corso del secondo periodo. Il tecnico di casa schiera sin da subito i nuovi arrivi argentini Kramer e Dominguez oltre alla reggina Certomà. Nel primo quarto la compagine del presidente Pierluigi Mollica va in vantaggio sin dai primi minuti di gioco, ma non riesce a staccare nel punteggio le ragazze trapanesi che rimangono aggrappate alla sfida grazie alla precisione al tiro di Caliendo ed il parziale di 17-13 al 10’ ne è la diretta conseguenza. Il secondo periodo si caratterizza per diversi errori al tiro da ambo le parti.

Coach Musolino dà indicazioni alla squadra

Coach Musolino dà indicazioni alla squadra

Messina stringe le maglie difensive concedendo soltanto otto punti alle avversarie ed a metà quarto tocca il primo vantaggio in doppia cifra della serata sul 27-17.  Vantaggio che si incrementa prima della fine del periodo con l’ottima prestazione dell’ex giocatrice del Vigarano di serie A3 Onugha (11 punti) e della sempre grintosa Polizzi. Le ragazze peloritane sembrano aver archiviato la pratica con venti minuti d’anticipo portandosi in vantaggio di ben diciassette punti (38-21).
Al rientro sul parquet Castellamare, che non può contare a seguito di un infortunio sull’estro di Gattini, rompe gli indugi e tenta il tutto per tutto al fine di riaprire la sfida in riva allo Stretto; le trapanesi in versione “sprint” alimentano le proprie speranze, cerca di colmare lo svantaggio riportandosi sul 43-29. Grazie alla coppia Fazio-Caliendo (37 punti in due) la squadra a fine periodo riapre parzialmente la partita, chiudendo sotto di dodici lunghezze (51-39). Nel momento più difficile della serata il San Matteo trova un’ottima difesa da parte del pivot Kramer e due triple consecutive di Polizzi, che le frutteranno i sei punti messi a segno dall’esterna messinese, che renderanno più semplice il finale per le giocatrici biancorosse.

Dominguez (San Matteo) imposta l'azione

Dominguez (San Matteo) imposta l’azione

A fine gara Messina, con qualche affanno di troppo, ma giustificabile considerato che siamo solo alla prima giornata, amministra il ritorno veemente di Castellammare che si riporta al massimo sul meno dieci. A fine gara coach Musolino può ritenersi soddisfatto perché la sua squadra mette in carniere i primi punti stagionali: “Mi ritengo moderatamente soddisfatto per il lavoro profuso dalle ragazze. Ho visto una buona pallacanestro per un tempo intero, poi comprensibilmente ci è mancata continuità nell’arco dei quaranta minuti. Ci siamo un po’ cullati sul cospicuo vantaggio e con un avversario di ottimo livello come la Nova questo non è possibile. Guardiamo con rinnovata fiducia al futuro, a cominciare dalla prossima trasferta sul campo della Stella Palermo, squadra battuta all’esordio dalla Lazur Catania. Sarà una partita alla nostra portata a patto di metter in campo la massima concentrazione”.

Il pivot Kramer lotta sotto canestro

Il pivot Kramer lotta sotto canestro

San Matteo Mesisna-Nova Castellammare 62-50
Parziali: 17-13; 38-21; 51-39; 62-50
San Matteo: Kramer 13, Onugha 11, Retto, Dominguez 4, Certomà 11, Polizzi 6, Grillo 4, Raffaele 4, Ingrassia 3, Cosenza ne, Rabe ne, Cascio 6. All. Musolino
Castellammare: Landicina 2, Caliendo 15, Rappa ne, Ganci 3, Fazio 22, Lentini 6, Lo Porto 2, Calabrema. All. D’Anna
Arbitri: Lorefice ed Esposito (RG)

Commenta su Facebook

commenti