E’ divorzio fra il capitano Sara Casale ed il Santa Teresa Volley

Effe Volley-Noma S. Stefano 3-1 Casale in attaccoEffe Volley-Noma S. Stefano 3-1 Casale in attacco

Le strade sportive del Santa Teresa Volley e del forte capitano Sara Casale si dividono. Una serie di incontri tra i dirigenti del club jonico e la giocatrice di Furci Siculo non hanno prodotto la desiderata riconferma. La schiacciatrice, determinante per la promozione in serie B1, non si è perfettamente riconosciuta nel nuovo progetto tecnico ed ha preferito rimettersi in gioco conscia delle proprie potenzialità tecniche, atletiche e caratteriali.

Sara Casale (Effe Volley)

Sara Casale

Sara Casale era ritornata a Santa Teresa, dopo esserci cresciuta pallavolosticamente, due anni fa all’indomani della promozione in serie B2. Per lei un primo anno sotto l’egida di Andrea Caristi con un meritorio sesto posto in classifica e la stagione appena conclusasi con la fantastica cavalcata che ha prodotto il salto in terza serie nazionale. Il ringraziamento della società viene affidato al portavoce Massimo Ferraro: “Era intenzione della società quella di costruire un progetto attorno al nostro capitano anche al di fuori del parquet, purtroppo ciò non è stato possibile. Prendiamo atto delle legittime aspirazioni della giocatrice che non biasimiamo nella scelta tecnica compiuta e che seguiremo sempre con simpatia in qualsiasi platea andrà a giocare. Per noi l’ingaggio di Sara due anni or sono ha costituito un passaggio fondamentale, ha costituito l’aprirsi di un percorso verso una pallavolo sempre più professionale. Voglio ringraziare a nome di tutta la società il nostro capitano per l’apporto datoci in campo ma anche per l’eleganza con la quale ci ha rappresentato in questo biennio fuori dal campo che per noi vale quanto se non di più del valore tecnico. Speriamo che per il futuro le nostre strade possano incontrarsi al di là del ruolo contemplabile”. Al ringraziamento della società si unisce quello dei tifosi della curva, gli Eagles, che hanno sempre riconosciuto in lei una beniamina.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva