Costacurta: “Seconde squadre in C dal prossimo anno. Non ci saranno ripescaggi”

Alessandro CostacurtaAlessandro Costacurta

Alessandro Costacurta, il subcommissario della Figc, annuncia in un’intervista l’introduzione delle seconde squadre, un tema che aveva tenuto banco soprattutto negli ultimi mesi dopo la qualificazione fallita dall’Italia per i Mondiali in Russia e le successive dimissioni del presidente Carlo Tavecchio che hanno portato alle mancate elezioni e quindi al commissariamento della Federazione. Una novità, quella delle seconde squadre, che evidentemente cancellerebbe ogni chance del Messina di ambire ad un ripescaggio tra i professionisti. “Ci sarà un bando. I club di Serie A potranno chiedere di iscrivere il loro secondo team al campionato di Lega Pro. Le squadre B saranno composte da calciatori under 21, con la possibilità di introdurre due fuoriquota under 23” ha detto l’ex bandiera del Milan e della Nazionale azzurra.

calcio

Il pallone ufficiale della Lega Pro (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Sulle seconde squadre, alla rivista Undici, che sarà in edicola da domani, Costacurta ne ha ufficializzato l’introduzione a partire dalla prossima stagione: “Le seconde squadre che i club di A decideranno di iscrivere giocheranno in Lega Pro e occuperanno i posti dei club che non si iscrivono. Quest’anno non ci saranno ripescaggi e i “buchi” saranno occupati dai club che aderiranno al bando” ha spiegato.  

“Dovranno avere in rosa – prosegue Costacurta parlando delle seconde squadre – un numero minimo di giocatori convocabili per le Nazionali italiane che stiamo definendo. Le squadre parteciperanno al campionato regolarmente, potendo essere promosse o retrocedere. Con un’unica limitazione: non potranno mai giocare nel campionato della prima squadra”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com