La Commissione di Vigilanza dà l’ok all’utilizzo dello stadio San Filippo

Curva Sud San FilippoLa Curva Sud del San Filippo è destinata ad offrire come tradizione un grande colpo d'occhio

L’attesa fumata bianca è arrivata nel corso della mattinata. Si è svolta infatti in Prefettura la seduta della Commissione Provinciale di Vigilanza, chiamata ad esprimesi sulla disponibilità all’utilizzo dello stadio San Filippo da parte del Messina anche nella prossima stagione di Lega Pro. Un passaggio che per certi versi poteva apparire scontato, anche se vi era un po’ di apprensione per via della scadenza del collaudo decennale dell’impianto, che già da qualche giorno ha comportato l’avvio di approfonditi interventi e verifiche strutturali, affidati all’ingegnere Giovanni Ferlazzo.

La Commissione di Vigilanza ha espresso parere favorevole alla concessione dell’agibilità dell’impianto. Il verbale in questione, che certifica anche la piena disponibilità all’utilizzo dello stadio San Filippo, dovrà essere allegato alla domanda di iscrizione al prossimo torneo di C unica, da formalizzare entro il termine fissato per il prossimo 30 giugno.

Una panoramica dello stadio San Filippo

Una panoramica dello stadio San Filippo

In Prefettura, in rappresentanza dell’ACR, erano presenti l’amministratore delegato Alessandro Failla ed il segretario Alessandro Raffa, che peraltro ha appena ottenuto la qualifica di direttore sportivo indirizzo amministrativo, dopo la partecipazione al corso di formazione organizzato dalla Federcalcio. Soddisfazione da parte dei vertici della società, chiamati adesso a rifinire la pratica.

Completati gli aspetti burocratici, vanno ovviamente onorati gli impegni di natura economica. Ingente l’esborso richiesto ai club che parteciperanno al prossimo campionato di Lega Pro. Richiesta infatti una fideiussione bancaria di 600.000 € ed il pagamento, attraverso assegni circolari, di altri 46.000 €. In particolare 35.000 € andranno proprio alla Lega con sede a Firenze, mentre altri 11.000 € dovranno essere versati alla “Calcio Servizi”, una società affiliata che nel corso della stagione offre alle squadre la sua consulenza dal punto di vista regolamentare, in caso di necessità.

“Abbiamo in mano tutta la documentazione di competenza di Prefettura e Comune. Nei prossimi giorni completeremo gli ultimi aspetti burocratici e ci recheremo, come tradizione, a Firenze con qualche giorno di anticipo rispetto al termine fissato per il prossimo 30 giugno”, ha evidenziato Alessandro Raffa.

Commenta su Facebook

commenti