Cinelli: “La squadra ha dei limiti e non segna. Daremo tutto fino alla sosta”

Daniele CinelliIl tecnico in seconda del Messina Daniele Cinelli (foto Paolo Furrer)

Con Gaetano Auteri squalificato, è stato il suo vice Daniele Cinelli a commentare l’ennesimo ko stagionale, arrivato allo “Zaccheria” al termine di una prova decisamente più gagliarda rispetto a quella con la Turris: “La storia della stagione e la classifica dicono che tante cose non vanno bene. Abbiamo giocato un discreto primo tempo, alla pari, a tratti anche meglio, senza però essere pericolosi. Nella seconda parte di gara non siamo entrati bene in campo. Il Foggia nei primi venti minuti ci ha schiacciato. Abbiamo creato qualche occasione da gol in ripartenza ma ancora una volta non siamo riusciti a concretizzarla”. 

Zuppel

Zuppel ha propiziato il contropiede non finalizzato da Grillo (foto Paolo Furrer)

Il Foggia vive una delicata situazione societaria ma l’ex vice di Sasà Sullo, sulla panchina del Messina ormai da due anni, non condivide eventuali paragoni: “Noi non abbiamo problemi societari. La squadra si allena bene. Sappiamo che è composta da tanti giovani, dobbiamo cercare di ripetere l’impresa di salvarci come abbiamo fatto l’anno scorso, lanciando qualche elemento interessante”. 

L’ultimo posto e il desolante score in trasferta non inducono all’ottimismo ma Cinelli guarda alla sosta invernale e al mercato come soluzioni sullo sfondo: “Intanto dobbiamo continuare a cercare di migliorare questi ragazzi e lavorare più duro per esaltare le loro qualità. Bisogna essere realisti e leali con la piazza, non possiamo prenderci in giro. È evidente che la squadra ha tanti limiti. Lo sappiamo perfettamente. Ma dobbiamo andare oltre fino al 23 dicembre, cercare di migliorare negli ultimi metri, cercando qualche palla sporca o un episodio positivo. Cerchiamo di tenere botta fino a Natale, fare più punti possibili e poi vediamo cosa succede”.

tifosi Messina

I tifosi del Messina presenti a Foggia (foto Paolo Furrer)

L’azione antecedente al gol è sembrava viziata da un fuorigioco, che il vice di Auteri non commenta: “Non parlo mai degli arbitri. Mi dispiace perché prepariamo i calci piazzati nei minimi dettagli. Ognuno aveva i suoi compiti: sapevamo che Costa li batte così e Petermann parte da dietro. È stato quindi un nostro errore di disattenzione e siamo stati subito puniti. Mentre non concretizziamo gli errori altrui”. 

La formazione titolare è stata caratterizzata da ben otto novità, con i rientri di Marino e Versienti, oltre che di Lewandowski: “La scelta degli undici iniziali è stata dettata dalla gara di tre giorni fa, giocata su un campo molto pesante. Chi aveva giocato non ha recuperato al cento per cento. Zuppel ha tenuto la palla, ci ha fatto salire leggermente di più, ha giocato una buona partita. Filì ha avuto un problema al ginocchio, Fazzi ha avuto un risentimento muscolare al flessore destro. Li valuteremo nelle prossime ore”. 

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma. Nel 2022 l'ingresso nel mondo dell'istruzione, a Siena.