Catania: “A Catanzaro tante peripezie ma dobbiamo restare concentrati sul campo”

Lorenzo CataniaLorenzo Catania in azione a Catanzaro (foto Ciccio Saya)

L’attaccante Lorenzo Catania ha collezionato la sua decima presenza stagionale a Catanzaro, partendo per la settima volta da titolare in una domenica a dir poco travagliata per il suo Messina: “La giornata è stata complicata, caratterizzata da varie situazioni extra sportive, anche se non dobbiamo cercare alibi ma restare concentrati sulle situazioni che ci hanno fatto capitolare. Ciò che avviene fuori dal rettangolo di gioco ovviamente influisce ma sappiamo di essere giocatori professionisti e dobbiamo passare oltre. L’importante è accendere la spina quando scendiamo in campo”. 

Catanzaro

I sostenitori del Catanzaro (foto Paolo Furrer)

Pur priva di sette elementi e svariati titolari, con le defezioni in extremis di Damian e Adorante, la squadra è rimasta aggrappata al match, anche sullo 0-2: “Dal punto di vista tecnico non mi sostituisco al tecnico ma da un punto di vista comportamentale e della cattiveria agonistica penso che abbiamo dato sempre tutto, senza mai sfaldarci. Abbiamo avuto un moto d’orgoglio anche quando eravamo sotto due due reti restando uniti e colpendo una traversa, seppur in posizione ritenuta di fuorigioco”. 

L’ex calciatore dell’Accademia Pavese guarda oltre, al prossimo match con l’Avellino, che si è rilanciato in chiave playoff con il successo conquistato contro il Taranto: “La giornata è stata vissuta normalmente pur se sono accadute tante peripezie. Occorreva rimanere concentrati sul match ed essere pronti perché quando l’arbitro fischia l’inizio la lampadina deve accendersi e bisogna sempre andare a mille. È stato così in parte ma dobbiamo rimediare agli errori compiuti in vista dei prossimi impegni. Di questo ne parleremo col mister”.