Casale, Griccioli: “La Sigma Barcellona va inserita tra le favorite alla vittoria finale”

L'allenatore di Casale Monferrato Giulio Griccioli
L'allenatore di Casale Monferrato Giulio Griccioli

L’allenatore di Casale Monferrato Giulio Griccioli

Ultime ore di vigilia prima della palla a due in programma al PalaFerraris di Casale Monferrato per la sfida della prima giornata del campionato di Legadue Gold contro la Sigma Barcellona. In quest’ottica l’ufficio stampa giallorosso ha avvicinato l’allenatore della Junior Casale Monferrato, Giulio Griccioli, con il quale ha scambiato due chiacchiere a riguardo della propria squadra, dei tifosi e della nuova LNP.

Il dato emerso è che nonostante tutte le difficoltà affrontate nel periodo estivo, Casale Monferrato sia riuscita a iscriversi alla Lega Adecco Gold. Portando a termine un mercato di tutto rispetto con giocatori di buon livello.

Nella preseason, avete affrontato diverse squadre che faranno parte della Lega Adecco Gold. Che cosa pensi del roster che avete allestito e cosa pensi della condizione attuale dei tuoi ragazzi?
“Noi, come tutti sanno siamo partiti abbastanza in ritardo. Pur avendo a disposizione un budget ridotto, abbiamo cercato e voluto alcuni giocatori, che alla fine abbiamo preso senza perderci in trattative complicate. Abbiamo puntato molto su giocatori giovani, con voglia di rivalsa, magari perché la scorsa stagione è stata poco entusiasmante per loro, quindi sono venuti a Casale Monferrato per avere una sorta di rivincita. Cosi facendo, siamo riusciti a mettere su, una squadra secondo me equilibrata e dotata di buon livello, chiaramente non attrezzata come le migliori ma i nostri obiettivi sono diversi da quelli del campionato.”

Come vedi la tua squadra in questa Lega Adecco Gold, campionato ben diverso da quello dello scorso anno?
“Intanto il campionato sarà diverso perché, sono state cambiate delle regole che ne hanno modificato il volto. Sinceramente non mi sembra che il livello generale sia sceso rispetto alla scorsa stagione. Nonostante l.assenza di un comunitario, che chiaramente innalza il livello del campionato molte squadre sono andate a pescare giocatori dalla serie A1.
Si preannuncia un campionato di alto livello con almeno sei, sette squadre che sono un gradino sopra delle contendenti.”

Un primo piano

Un primo piano

Che cosa ne pensi del nuovo progetto di LNP?
“Sinceramente, ancora siamo all’inizio per cui dobbiamo capire il meccanismo. Se l.obiettivo era quello di far risparmiare le società, personalmente credo che questo risparmio non ci sia stato o quanto meno sia stato irrisorio. Per il resto la lega è nuova e soprattutto è formata da volti nuovi, abbraccia appieno tre campionati, perciò staremo a vedere quali operazioni di marketing e di rilancio adotteranno. Mi auguro che la Lega Adecco Gold abbia il giusto risalto che merita essendo il secondo campionato Nazionale.”

Quale squadre pensi che possano puntare al titolo?
“Sono certo che sarà una lotta molto dura, visto che anche quest.anno la formula prevede una sola promozione, il campionato in corso d’opera darà grosse indicazioni. Le favorite sulla carta sono senza ombra di dubbio, Barcellona, Verona, Napoli, Brescia e Capo d’Orlando, squadre che hanno allestito roster veramente importanti. A queste squadre si uniscono di diritto Trento e Trapani che anche loro hanno investito molto su italiani e stranieri.”

Che cosa pensi della tifoseria e dell’ambiente che circonda la tua squadra?
“Io sono qui da due anni ormai, il rapporto con il club è ottimo. Quest’anno il progetto è differente da quello degli anni passati però, il semplice fatto che la società abbia pensato a me per il rilancio di questa squadra in questo momento difficile, mi fa molto piacere.
Con i tifosi c’è un feeling molto buono, nonostante non abbia rapporti diretti con nessuno. Però probabilmente il mio modo di essere e di presentarmi, oltre che di fare la squadra, lo scorso anno ha creato entusiasmo.”

Coach Griccioli termina l’intervista dedicando un pensiero alla Nazionale:
“Ho seguito molto la nazionale del mio carissimo amico Simone Pianigiani, l’ottavo posto non ha espresso ciò che la nostra squadra meritava”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti