Brilla la messinesità nel progetto “Saremo a Sanremo”

ristina_Di_Siero premia Fabrizio Scaramuzza
La delegazione al pranzo siciliano

La delegazione al pranzo siciliano

Si è concluso con un tuffo “made in Messina” il progetto “Saremo a Sanremo”, vetrina turistica del territorio patrocinata dalla Camera di Commercio e promossa dall’associazione culturale Prima Sicilia, che nell’ultima giornata festivaliera ha voluto premiare i “messinesi” presenti nella kermesse mediatica più importante dell’anno. L’argentiere siciliano Claudio Calabrò ha realizzato ad hoc alcune targhe in argento e cristallo firmate Sear e raffiguranti il simbolo della Trinacria, che sono state consegnate a Vadim, nome d’arte di Vadim Valenti, uno degli otto cantanti in gara fra le nuove proposte col brano “La modernità”, romano di nascita ma figlio di genitori siciliani (padre messinese, madre ragusana), particolarmente legato alle sue origini nello Stretto, dove torna spesso; Max Dedo, orchestrale dell’Ariston, già apprezzato in Città come fondatore della Banda Mariù; Fabrizio Scaramuzza, presidente dell’associazione NonSoloCibus, per avere dato vita a un “ristorante siciliano” nel salotto di “Casa Sanremo Clarins”, facendo apprezzare a vip e giornalisti le eccellenze enogastronomiche ed agroalimentari della provincia; infine Rosanna Fichera, sindaco di Sant’Alessio Siculo, fra i sette comuni in mostra nello stand dedicato alla nostra terra.

Quattro riconoscimenti che hanno rafforzato e reso più prestigiosa la presenza della delegazione messinese nello spazio allestito al Palafiori dal Gruppo Eventi, ogni anno calamita per circa 50mila persone: a consegnare gli oggetti il patron di Casa Sanremo, Vincenzo Russolillo, il coordinatore per la Sicilia del Gruppo Eventi Giuseppe Contarini, il presidente e vicepresidente di Prima Sicilia Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale, la testimonial dell’iniziativa Cristina Di Siero, modella originaria di Villafranca Tirrena, vincitrice del titolo Miss Mare Festival Salina Tradimalt (vestita da Eden Creations, gioielli di Cristall).

Con l’occasione il sindaco Fichera, insieme con gli assessori Carmelo Palio e Saro Trischitta, ha presentato il Sant’Alessio Buskers Festival, kermesse dedicata agli Artisti da Strada, manifestazione che si svolgerà nel comune delle riviera jonica dal 30 maggio al 1° giugno, in grado di incrementare il turismo per l’originalità dell’evento: manipolazione del fuoco e dei metalli, muppet show, comedy & circus, teatrino della marionette, spettacoli di giocoleria, ecc.

Ai numerosi visitatori della mostra fotografica, che ha riguardato anche i Comuni di Monforte San Giorgio, Montagnareale, Capri Leone, San Marco d’Alunzio e San Salvatore di Fitalia, è stato proposto un quiz di conoscenza di un altro patrimonio vantato dalla Sicilia: le isole Eolie, Così utenti e giornalisti hanno risposto a simpatiche domande e curiosità, preparate dall’Hotel Orsa Maggiore di Vulcano, fra i sostenitori del progetto sanremese insieme con il Club Halgoduria di Caterina Giuffè e Maria e Giorgio Giuffrè, i quali a Salina hanno creato un angolo di paradiso con un suggestivo affaccio sul porto di Santa Marina, proiettato con supporto video nello stand, quest’anno in posizione privilegiata accanto alla Sala Stampa Radio “Lucio Dalla”.

Della mission turistica a Sanremo, coordinata dal segretario di Prima Sicilia Francesco Cappello, hanno preso parte Eleonora Curreri, Pierpaolo Ruello e Alberto Bruno, già nella squadra di Mare Festival Salina, kermesse di musica, cinema, cultura e moda, giunto alla III edizione, che si terrà nel Comune di Santa Marina Salina dal 31 luglio al 7 agosto.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti