Blitz Biancavilla e Rosolini: ancora due capolista. Sant’Agata e Città al secondo posto

Il Rosolini batte il Città di Messina nel match per il secondo posto: l'autogol di Filistad decide l'1-0

Ancora due capoliste, ancora nel segno del +3. Il Biancavilla e la sorpresa Rosolini continuano a contendersi il primato in Eccellenza, battendo rispettivamente Real Aci ed un Giarre in caduta dopo tre vittorie nelle prime tre gare. Il Città di Messina vola invece al secondo posto, sbancando ad Adrano e restando in coppia col Sant’Agata, vincente in casa contro Camaro per la seconda volta in soli quattro giorni, coi neroverdi alle prese con una crisi tecnica ancora da sciogliere. Seconda vittoria consecutiva per lo Scordia, che a Caltagirone fa la voce grosse lanciandosi direttamente in play-off, tallontato da un Paternò che comincia a fare sul serio.

Il Biancavilla guida la classifica insieme al Rosolini

E la corazzata Biancavilla inizia a convincere. In vantaggio sulle altre rivali in ottica Serie D, la formazione di Gaspare Cacciola conquista la terza vittoria consecutiva, rifilando tre gol al Real Aci in esterna. Diop, Lucarelli e Strano firmano le tre reti degli etnei, che in una gara a senso unico mantengono la miglior difesa – con un solo gol subito in cinque gare – ed il secondo attacco del torneo con dieci gol messi a segno. Discorso opposto per il fanalino di coda Real Aci che resta ultimo in classifica e dopo 450′ di gioco non ha ancora esultato per il primo gol.

Città S.Agata

Fabrizio Bontempo regala tre punti ai suoi

Come la compagine gialloblù, anche il Rosolini prosegue la propria corsa in esterna. Un Giarre in difficoltà, al secondo ko di fila, si arrende al gol di Melluzzo che regala la quarta vittoria consecutiva alla squadra siracusana, ad un’ottima partenza come secondo il copione delle ultime stagioni. I gialloblù di Mirto perdono così l’imbattibilità interna, scivolando dalla vetta ai margini della zona play-off in soli quindici giorni.
Sulla scia del tandem di testa, anche il Sant’Agata fa bottino pieno, vincendo di misura il derby contro il Camaro, replica di quello di Coppa Italia. Al “Micale” l’undici di Santino Bellinvia resta incollato al podio grazie alla rete messa a segno da Fabrizio Bontempo.

Terzo gol in tre gare, su rigore, per Rosario Rasà

Ed insieme ai tirrenici, a quota 10, c’è il Città di Messina, che punta ancora sui calci di rigore e sbanca Adrano accumulando il terzo risultato utile consecutivo. La vittoria dei peloritani ha come attori principali Rasà e Cardia, entrambi a segno nel match su calcio di rigore, come per le due reti precedenti nelle sfide contro Giarre e Catania San Pio X.
Netta la vittoria dello Scordia, che vince 3-0 approfittando di uno scivolone del Caltagirone per piazzarsi al terzo posto. Gli uomini di Andrea Pensabene avanzano con le reti di Talotta ed ancora Provenzano e Desi, scalando velocemente la classifica ai danni dei biancorossi, bloccati ancora a 5 punti.

Una prova da urlo di Stefano Frittitta regala invece al Paternò tre punti fondamentali per mantenere intatte le ambizioni di primato, nel derby tutto etneo vinto 2-0 contro l’Atletico Catania. Due le reti messe al segno dal centravanti rossoblu, che con quattro centri complessivo si piazza al primo posto della classifica marcatori. L’unica ”X” arriva infine da Ragusa, dove il Pistunina ha agganciato i padroni di casa nel fotofinish grazie ad un gol siglato da Ghartey. L’anticipo del sabato invece ha visto protagonisti Catania San Pio X ed Avola, coi biancorossi che si sono imposti per 1-0 sui siracusani, facendo un balzo in classifica e portandosi a -1 dalla zona play-off col gol messo a segno da Garufi.

Nel prossimo week-end, match di punta al “Garden Sport”, dove il Città di Messina ospita in anticipo il Paternò. In contemporanea va in scena il match chiave nella corsa salvezza tra Pistunina e Real Aci. Il Camaro ospita domenica il Ragusa, mentre il Sant’Agata va in trasferta verso la prova Atletico Catania.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti