Biagioni non interrompe la crisi: la Turris batte 2-1 un Messina in caduta libera

CunziLa rete di Cunzi (foto Nino La Macchia)

Esordio con sconfitta per il nuovo allenatore dell’ACR. Nel primo tempo a segno Cunzi, che sfrutta uno svarione difensivo dei peloritani. Al 16′ della ripresa Longo calcia alto un rigore e il Messina punisce i campani, con Petrilli, a segno in contropiede dal limite. Ma al 38′ arriva un altro errore di Meo, sfruttato al meglio da Longo. 

Messina

L’undici titolare del Messina (foto Nino La Macchia)

Il pre-partita. Il Messina apre a Torre del Greco il nuovo corso in panchina, dopo avere chiuso anche la parentesi Infantino, succeduto in piena estate a Raffaele. Due le novità nell’undici titolare, con i rientri di Cossentino e Traditi, schierato al posto dello squalificato Genevier. Biagioni riparte dal 4-3-3 tanto caro a Modica e al presidente Sciotto. Tridente over, gli under Bossa e Biondi agiscono a centrocampo.

La cronaca. Entrambe le formazioni mostrano subito grande agonismo e conquistato due corner a testa nell’arco di appena sei minuti. Il primo tiro in porta è di Vacca all’8’, con la sfera che sorvola ampiamente la traversa. Positivo comunque l’approccio ospite, nonostante due errori in disimpegno di Porcaro e Meo. Al 18’ la prima vera palla gol, con Petrilli che di piatto serve Gambino, il cui colpo di testa termina alto. Sul fronte opposto, al 21’, anche Cunzi va vicino alla rete. Abbondantemente fuori misura invece il tentativo di Biondi, con i peloritani che però sembrano in grado di alzare maggiormente il baricentro. Al 31’ pregevole il destro di Celiento, che non inquadra però lo specchio della porta difesa da Meo. Dopo una fase di stanca, improvviso sussulto dei locali, che al 40’ passano in vantaggio con Cunzi, implacabile sull’assist di Vacca. Il Messina sembra accusare il colpo e al 45’ Aliperta centra in pieno la traversa. Le squadre vanno al riposo sull’1-0, con i peloritani che nel finale hanno vanificato una prova fino a quel momento confortante.

Gambino

Gambino cerca un varco (foto Nino La Macchia)

In avvio di ripresa ospiti subito pericolosi sul traversone di Biondi, che frutta soltanto il sesto corner di giornata, sugli sviluppi del quale il colpo di testa di Cossentino termina di poco a lato. Altra buona chance al 12’, con il destro di Petrilli nuovamente fuori misura dopo una grave indecisione tra Aliperta e Casolare, che ha regalato l’ennesimo angolo a favore del Messina. Nel momento migliore per gli ospiti, al 16’ arriva ancora una volta uno svarione di Cossentino: Meo in uscita stende l’avversario ed è calcio di rigore. Dal dischetto va Longo, che però conclude alto! Il punteggio resta sull’1-0. Al 19’ primo cambio della gestione Biagioni: Rabbeni rimpiazza un Traditi poco incisivo. La Turris paga con gli interessi l’errore di Longo al 29′, quando Esempio non sfrutta un calcio di punizione: sulla veloce ripartenza, con Aliperta a terra, è Petrilli dal limite a firmare il pareggio. Seconda rete in giallorosso per l’attaccante ex Padova, a segno in Coppa Italia contro il Città di Messina. Vane le proteste dei locali per l’uomo a terra. Ci provano anche Rabbeni e Aliperta, entrambi senza fortuna. Vicino al 2-1 ci va poi Celiento. Al 39′ il vantaggio si concretizza, con Longo che sfrutta un grave errore in uscita di Meo: per il Messina è davvero una stagione stregata. Nell’occasione si fa anche male Russo, costretto a lasciare il campo in barella. Un infortunio che origina ben sei minuti di recupero. Al 46′ è Rabbeni a concludere alto, sul traversone di Arcidiacono. Solo ora la Turris opera i primi cambi, utili per guadagnare secondi. Non accade più nulla: terza vittoria stagionale per i campani, che si riportano a -6 dal Bari (complici anche i due punti di penalizzazione). Il Messina invece è in caduta libera: i playoff sono già distanti sei lunghezze, la zona salvezza è a -3 e la difesa ha già incassato 15 reti dopo appena sei giornate.

Petrilli

Petrilli firma la rete del momentaneo 1-1 (foto Nino La Macchia)

Il tabellino. Turris-Messina 2-1 
Marcatore: al 40’ pt Cunzi (T), al 29′ st Petrilli (M), al 39′ st Longo (T).
Turris: Casolare, Esempio, Auriemma, Aliperta, Varchetta, Di Nunzio, Fabiano, Vacca (51′ st Lagena), Longo (C), Cunzi, Celiento (47′ st Franco). In panchina: D’Inverno, Marino, Formisano, Leone, Messina, Signorelli, Guarracino. Allenatore: Fabiano.
Messina: Meo, Dascoli, Russo (40′ st Cimino), Cossentino, Porcaro, Bossa, Arcidiacono, Biondi, Gambino (C), Traditi (19’ st Rabbeni), Petrilli (35′ st Cocimano). In panchina: Ragone, Biancola, Barbera, Pizzo, Carini, Guehi. Allenatore: Biagioni.
Arbitro: Luca De Angeli di Milano.
Assistenti: Alessandro Marchese di Lodi e Francesco Romano di Isernia.
Note – Al 16’ st Longo (T) calcia alto un rigore. Ammoniti: al 4’ st Fabiano (T), al 15’ st Meo (M), al 33′ st Biondi (M), al 38′ st Longo (T). Corner: 6-8. Recupero: 2’ pt e 7′ st.

Commenta su Facebook

commenti