Barcellona, Bonina ribadisce: “La squadra è iscrivibile ma serve il sostegno della città”

Immacolato BoninaSecondo le ultime indiscrezioni, non era Immacolato Bonina l'imprenditore tirrenico coinvolto nella cordata

Seconda conferenza stampa nel breve volgere di due settimane per il socio di maggioranza del Basket Barcellona Immacolato Bonina che nella sede del Gruppo Sigma ha fatto nuovamente chiarezza sui pagamenti effettuati fino adesso. Il patron giallorosso ha inoltre espresso la sua ferma volontà a garantire un futuro alla squadra, dichiarando: “Non do peso alle voci sul mio conto ed ho compiuto un altro atto di amore verso la città, l’ennesimo verso la società, pagando quanto è necessario per l’iscrizione (il riferimento è alla chiusura dei lodi relativi al play Collins e all’ala Filloy) ed è stata pagata la prima rata, inoltre è stato approvato il bilancio, passaggio fondamentale in vista della prossima stagione. Adesso mi impegnerò a pagare tutti gli stipendi fino alla mensilità di marzo e rientranti nella vecchia gestione, inoltre, pagherò gli stipendi fino ad oggi, ma non posso accollarmi l’intero budget per la pianificazione della squadra da solo”.
Immacolato Bonina vuole rispondere affermativamente alla data coincidente con l’iscrizione prima del controllo della ComTec, comprese le liberatorie che dovranno essere firmate prima del prossimo 9 luglio, data entro la quale è necessario iscrivere la squadra al campionato di serie A2. “Le liberatorie sono già pronte e l’incontro con i procuratori dei giocatori è alle porte” – ha continuato Bonina, ribadendo che da oggi non si spenderà più in prima persona.

I tifosi di Barcellona non fanno mai mancare il loro apporto alla squadra

I tifosi di Barcellona seguono con trepidazione la questione relativa all’iscrizione della squadra

Gli aspetti negativi e che più preoccupano il presidente di Barcellona sono però rappresentati dal fatto che da parte della città, ad oggi, nessun potenziale sponsor si è fatto avanti e quello che si credeva essere il possibile main sponsor della squadra, la “Canditfrucht“, che tanto ha fatto negli scorsi mesi sembra, al momento, non essere interessato. “Presto mi incontrerò con il Sindaco Roberto Materia, il quale si è mostrato entusiasta e sta facendo il possibile per poter contribuire alla crescita di un sogno che è l’A2 – ha affermato Bonina – ma adesso tocca alla città, è necessaria una risposta concreta. Senza non è possibile continuare”.
Corsa contro il tempo, quindi, l’ennesima per Barcellona che guarda con trepidazione alle prossime scadenze imposte dalla Federazione, soltanto all’ultimo metro di questa folle corsa si saprà se la città del longano presenterà regolarmente ai nastri di partenza la sua squadra nella seconda serie nazionale.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva