Atletico Messina, Quintoni: “A Bronte gara importante ma non decisiva”

Peppe QuintoniPeppe Quintoni con la maglia dell'Atletico Messina

Il successo di Taormina ha segnato la svolta, quello con il Valdinisi è stato la conferma. E’ un Atletico Messina carico e fiducioso quello che si appresta ad affrontare la trasferta in casa del Ciclope Bronte, gara che mette in palio punti pesanti per consolidare la zona playoff dei biancoazzurri. Nelle ultime due giornate, la compagine messinese ha ottenuto delle vittorie importanti che gli hanno consentito di compiere un notevole balzo in avanti in classifica e in terra etnea va a caccia di quell’affermazione che potrebbe rappresentare una seria ipoteca sull’accesso ai prossimi spareggi promozione.

Bombara e compagni hanno mostrato una ritrovata convinzione nei propri mezzi ed una certa brillantezza fisica, fattori che devono portare a quella continuità di risultati e prestazioni che hanno rappresentato il vero tallone d’Achille dell’intera stagione.

Peppe Quintoni crede nella promozione dell’Atletico Messina

L’esterno mancino Peppe Quintoni, però, gioca d’esperienza, consapevole che da qui alla fine della stagione la strada è ancora lunga e tutto può accadere: “Sarà una partita complicata, andare a giocare in questi campi non è mai facile, ma io non penso che la partita di Bronte possa essere decisiva nè per noi nè per le nostre dirette avversarie. C’è ancora qualche scontro diretto da giocare, mancano sei partite alla fine della stagione regolare, penso che ancora può succedere di tutto. Ovviamente rispetto a qualche settimana fa la classifica è migliorata, siamo all’interno della zona playoff e questo ci fa vedere le cose con più serenità, ma non dobbiamo pensare di aver raggiunto nessun obiettivo, anzi, dobbiamo continuare questo percorso per migliorare la classifica attuale. E’ vero che sin qui l’andamento complessivo della stagione non è stato certamente positivo – ha continuato Quintoni – per un motivo o per un altro ci siamo ritrovati distanti dalla zona per la promozione diretti. Ci è sempre mancata continuità nei risultati, ma adesso siamo in tempo per rimediare”.

Quintoni calcia il pallone

Il finale di stagione si preannuncia impegnativo, all’interno della griglia dei playoff ci sono squadre di assoluto valore e servirà il miglior Atletico possibile: “Credo che per avere un quadro definitivo bisognerà attendere ancora qualche settimana. Certamente vicino a noi in classifica ci sono squadre forti, che come noi erano partite per vincere il campionato. L’obiettivo resta comunque quello di raggiungere la promozione in Eccellenza attraverso i playoff, ma il primo passo dev’essere quello di affrontare gli spareggi partendo da una vantaggiosa posizione di classifica. Per questo motivo non dobbiamo sentirci sicuri di nulla, anzi dobbiamo sfruttare le partite che restano per continuare a fare punti e migliorare la nostra classifica”.

Anche per Quintoni qualcosa è cambiato nella testa e nel fisico dei suoi compagni: “E’ normale che quando vinci una serie di partite ritrovi quelle energie che credevi di non avere. Eccezion fatta per le prime partite della stagione, non abbiamo mai avuto quella continuità di risultati che in molti si aspettavano da noi. Fisicamente adesso stiamo bene, in questa stagione ci sono stati due tecnici, come Naccari  e Bellinvia adesso, molto attenti alla preparazione fisica, aspetto che non è stato mai trascurato”.

Autori

+ posts
Enable referrer and click cookie to search for cfef43dcbb961d51 ee9a4cb4bfa42ed7 [] 2.7.33