Il Messina sogna il ritorno di Angelo Rea. Ma il procuratore resta cauto

Per completare la difesa l’ACR prova ad assicurarsi un bel colpo, con il ritorno di Angelo Rea. Il centrale 34enne, originario di Pomigliano d’Arco, è reduce da ben tredici stagioni consecutive in B. A Messina 46 presenze, la metà delle quali in serie A, tra 2006 e 2008. Proprio nella città dello Stretto le uniche apparizioni nel massimo campionato.

Angelo Rea

Angelo Rea con la maglia dell’Avellino

L’anno scorso 14 gare disputate (10 partendo da titolare) con la maglia dell’Avellino, mentre nel triennio precedente aveva trovato grande continuità di rendimento a Varese: ben 94 gettoni e 6 reti all’attivo. Ha militato in C soltanto ad inizio carriera, a Cesena, nel lontano 2003/2004. In bianconero 68 apparizioni e un gol. In carriera ha appena superato le 300 presenze tra i professionisti, condite anche da dieci marcature: le altre sono arrivate con la maglia del Sassuolo.

Rea ha vissuto un’estate ai margini della rosa, in attesa della cessione. Non a caso svolge allenamento differenziato fin dal ritiro di Sturno: un autentico separato in casa ormai da un mese e mezzo. Ecco perché la prospettiva di ripartire dalla Lega Pro, peraltro da una piazza conosciuta e a cui è legato affettivamente, sarebbe comunque più allettante. Le conferme arrivano anche da fonti societarie avellinesi.

Angelo Rea

Per Rea un eccellente triennio in B con il Varese prima del trasferimento in Irpinia

Il suo ingaggio è un po’ superiore ai canoni fissati dal Messina ma l’Avellino potrebbe andare incontro a Pasquale Leonardo riconoscendo al ragazzo una buonuscita contestuale alla rescissione del contratto. Il calciatore napoletano chiederebbe poi un biennale, o almeno un annuale con opzione per il campionato successivo, alla società di Natale Stracuzzi. Il suo agente resta comunque cauto e batte piste alternative.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com