Anastasi: “Volevo spazio, qui per Lucarelli”. Sanseverino: “Non è un passo indietro”

MessinaDa Silva, Anastasi e Sanseverino con Pasquale Leonardo

Presentazione ufficiale per i nuovi acquisti del Messina. Nell’operazione che ha portato Demiro Pozzebon al Catania ha fatto percorso inverso l’attaccante Valerio Anastasi: “Ero arrivato a Catania nello scetticismo, ma sono riuscito a cambiare la situazione, poi senza l’infortunio alla costola chissà cosa sarebbe successo. Sono però contento e ripensando a quando ero arrivato a luglio vedo il bicchiere mezzo pieno. Adesso volevo giocare e ho preso in considerazione l’ipotesi Messina. Cercherò di dare il massimo e di segnare dei gol. Conoscere il mister Lucarelli è stato decisivo, perché adattarsi subito al gioco in poco tempo in una nuova squadra non sarebbe stato semplice”. Indosserà la maglia numero 9, ereditandola proprio da Pozzebon.

Lucarelli insieme a Da Silva, Gladestony e Sanseverino

Dai cadetti, segnatamente dal Pisa di Rino Gattuso, arriva invece Giulio Sanseverino: “Non credo sia per me un passo indietro, nel calcio di oggi bisogna continuare ad affermarsi anno dopo anno. Appena mi è arrivata la proposta del Messina sono stati bravi a farmi capire che mi volevano. Mi trovo adesso in una piazza importante, è bastato poco per venire qui. Secondo me in Lega Pro c’è poca differenza tra le squadre, vedo tanto equilibrio e bisogna dare tutto in campo”. L’ex nerazzurro ha scelto il numero 4 che fu di Bramati.

Infine il brasiliano Gladestony Da Silva che scenderà in campo con il 21: “All’inizio di stagione ho avuto poco spazio, poi il mister ha cominciato a fare altre scelte. Ha comunque parlato con me ed è stato molto chiaro. Tuttavia è il primo anno in Italia in Lega Pro, non conoscevo il campionato e ho pagato l’inesperienza. La proposta del Messina non si poteva davvero rifiutare”.

Commenta su Facebook

commenti