All’Akademia Sant’Anna basta un’ora. Con il 3-0 all’Arzano mantenuta la vetta

Akademia Sant'AnnaL'opposto Barbara Varaldo alla battuta (foto Marco Familiari)

Voleva fortemente la vittoria la squadra di Fabrizio Costantino e alla fine, al termine di una partita combattuta per tutti e tre i set, la Sanitaria Sicom Akademia Sant’Anna supera la Lu.Vo Barattoli Arzano con un secco 3-0 e riprende immediatamente la sua corsa in testa alla classifica del Girone E del torneo di Serie B1. Le napoletane scendono a -9, mentre Melendugno resta a -1, Santa Teresa a -3 e la Fiamma Torrese a -6.

Akademia Sant'Anna

Martilotti, ancora una volta migliore realizzatrice per Messina, alla battuta

Arzano si presenta con alcune defezioni e una formazione molto giovane ma con la voglia di mettere i bastoni tra le ruote della capolista. Messina, dal canto suo, vuole a tutti i costi la vittoria e si impone con una buona difesa e con tanta concretezza in attacco. Dopo un primo set combattuto e vissuto di strappi (la Sicom allungava ma poi si lasciava andare al recupero determinato delle ospiti), la squadra di casa ha giocato con grande determinazione, puntando con decisione ai tre punti ed a chiudere al più presto la pratica Arzano.

Per la Sicom lo starting six con sulla diagonale palleggiatore – opposto Muzi – Varaldo, schiacciatori Martilotti e Liguori, centrali Composto e Cardoni, libero Pisano. Dall’altro lato la formazione di coach Antonio Piscopo si schiera con Michelini al palleggio opposta Putignano, schiacciatori/ricevitori Aquino e Fusco, reparto centrale con Passante e Suero de Leon, libero Piscopo.

Akademia Sant'Anna

Le formazioni dell’Akademia Sant’Anna e dell’Arzano

Avvio decisissimo per la formazione di casa, che si porta subito avanti di 5 grazie anche al doppio ace griffato Martilotti che costringe il tecnico ospite al time out. Arzano trova la pronta reazione: break importante di 5-0 che vale il perentorio aggancio sulle avversarie. Barbara Varaldo toglie le castagne dal fuoco per le sue ed interrompe l’emorragia di punti di Akademia. Adesso si gioca punto a punto: Akademia prova a mettere la testa avanti ma viene subito ripresa con tenacia dalla squadra avversaria. Due punti in successione di Ambra Composto danno il là ad un nuovo tentativo di fuga delle messinesi, che riescono a piazzare un 5-0 che vale il 13-8 e porta al nuovo time out ospite. Lo spartito è identico anche al rientro in campo: la squadra di Fabrizio Costantino difende in maniera molto decisa ed in attacco capitalizza al meglio, portando anche altri due punti che valgono il momentaneo +7. La Lu.Vo tenta di rimettersi in carreggiata e ne fa ben 5 di fila, prima che la Composto riesca a mettere la palla a terra nel campo avversario e  a scuotere le sue con un buon turno in battuta che porta punti utili ad allungare sul nuovo +5. Le ospiti sono pronte a reagire nuovamente ma, questa volta, Akademia appare più attenta e, grazie ad un ottimo turno in battuta (impreziosito anche da un ace) riesce a contenere Passante e compagne, allungando fino al 23-17 che, di fatto, spegne le velleità della squadra di Piscopo ed accompagna la squadra di casa alla vittoria del primo parziale di gioco.

Akademia Sant'Anna

La centrale Ambra Composto alla battuta (foto Marco Familiari)

Il secondo set si apre con l’ace del capitano, Margherita Muzi, seguita dal 2-0 firmato dalla Martilotti. Akademia appare determinata a voler partire con il piede giusto e prova ad allungare nel punteggio Arzano non molla e, nonostante non riesca ad agganciare le padrone di casa, rimane sempre vicina alla formazione di Nino Gagliardi, non permettendole di scappare ed allontanarsi pericolosamente. Muzi e compagne, nonostante abbiano il merito di condurre tutto il set avanti nel punteggio, non riescono ad allungare in maniera decisiva ed alla fine, nella seconda metà del parziale, sono costrette a subire un pericoloso ritorno della formazione allenata da Piscopo. la formazione di Gagliardi, però, mantiene i nervi saldi e ricaccia subito sotto Arzano, piazzando un break decisivo che vale il nuovo +6 (22-16) che, di fatto, taglia le gambe alle ospiti e consegna anche il secondo set nelle mani di Messina.

Akademia Sant'Anna

Muzi alza il pallone, Cardoni pronta a saltare (foto Marco Familiari)

Pronti via della terza frazione ed Akademia si porta subito sul 3-0. Arzano prova a ricucire lo strappo ma la squadra di casa appare fortemente motivata a chiudere definitivamente i giochi: un ottimo turno in battuta della Cardoni vale il momentaneo +5 e costringe Piscopo a richiamare le sue in panchina, riuscendo cosi ad interrompere la striscia positiva delle messinesi e riavvicinandole nel punteggio. Le ragazze di Gagliardi non si scompongono e riprendono a macinare punti, cacciando le ospiti sotto di 8 e non concedendo loro praticamente nulla. Nuovo time out discrezionale ospite ma la musica non cambia: la Sicom allunga ancora e, di fatto, scava un solco incolmabile per Arzano che, nonostante tenti di rimanere più a lungo possibile in partita, alla fine si lascia andare agli attacchi avversari e si trova costretta a consegnare anche il terzo ed ultimo set al team di Fabrizio Costantino con un rotondo finale di 25-10.

Sanitaria Sicom Akademia Sant’Anna – Lu.Vo Barattoli Arzano Volley 3-0
Set: 25-18, 25-18, 25-10. Durata parziali: 23’, 22’, 19’.
Akademia Sant’Anna: Varaldo 13, Fabbo ne, Composto 10, Martilotti 15, Anselmo ne, Muzi (C) 4, Quarto ne, Iannone ne, Liguori 4, Garofalo ne, Pisano (L) 0, Cardoni 6. All. Gagliardi.
Arzano Volley: Piscopo (L) 0, Passante 7, Aquino 4, Suero De Leon 3, Michelini 4, Mautone 0, Rinaldi (L) ne, Fusco 6, Putignano 6, Laezza ne. All. Piscopo.
Arbitri: Fabio Sumeraro e Marco Pazzaglini.