Alacqua: “Giornata di festa per Salmeri. Nel 2016 vogliamo raggiungere la salvezza”

Antonio Alacqua inquadrato dalla nostra videocamera

Il “Memorial Marco Salmeri” ha visto il Milazzo fare gli onori di casa. Non poteva essere altrimenti, tenuto conto che lo stadio mamertino porta adesso il nome dello sfortunato calciatore che con la maglia rossoblù ha vinto tre campionati. Di Dio e compagni sono usciti sconfitti di misura dalle sfide contro Due Torri e Catania, ma hanno tenuto testa ad entrambe le rivali. Il tecnico Antonio Alacqua dedica un pensiero a Salmeri, prima di analizzare quanto mostrato in campo dalla sua squadra: “Vedere la statua di Marco fa un certo effetto. Lui non c’è più, lo avrei voluto vedere in campo, ma è come se fosse presente tra di noi. Abbiamo cercato di onorare questo triangolare nel miglior modo possibile e penso che ci siamo riusciti, dopo essere stati invitati al suo compleanno e nel suo stadio. Una giornata di festa, nella quale sono contento di aver visto accorrere tanta gente”.

In tantissimi si sono apprestati a salutarlo, a toccare la statua che lo raffigura perfettamente

La statua dedicata a Marco Salmeri

Il Milazzo, che ha chiuso l’andata a quota 18, si presenterà nel girone di ritorno di Eccellenza con un moderato ottimismo, come si evince dalle parole dell’allenatore: “Quando ci sono queste amichevoli è importante anche cercare di far crescere il livello di autostima. Contro il Due Torri abbiamo subito gol su una disattenzione. Se avessimo fatto meglio negli ultimi 16 metri avremmo raccolto di più. Le indicazioni sono comunque positive in vista della gara con il Rocca, per la quale cercheremo di recuperare più pedine possibili. Stringiamo i denti e cerchiamo di concentrarci al meglio per la seconda parte di torneo. Il successo contro l’Atletico Catania – prosegue Alacqua – è stato importante come morale e a livello di classifica. Vincere aiuta a vincere, ma abbiamo giocato altrettanto bene a Troina, dove la differenza l’ha fatta un pò la terna. In quella gara abbiamo ben figurato anche in 9, rendendo la vita difficile ad una squadra molto organizzata. Mi auguro che il 2016 possa essere l’anno della consacrazione per questi ragazzi e che venga raggiunta la salvezza, l’obiettivo che ci siamo prefissati. Per ora siamo in linea di galleggiamento e vogliamo chiudere il campionato in bellezza”.

Il riscaldamento degli attaccanti del Milazzo

Il riscaldamento degli attaccanti del Milazzo

Capitolo messinesi. La lotta al vertice vede protagoniste anche Igea e Rocca, mentre in zona retrocessione Orlandina e Forza Calcio appaiono già in grave difficoltà. Queste le previsioni di Alacqua per il 2016: “Non sono bravo nei pronostici, chi avrà l’organico più completo alla fine taglierà per primo il traguardo. In questo momento si è mossa di più sul mercato la Leonzio, anche se l’Igea aveva già una struttura importante così come il Rocca che era stato costruito bene in Promozione ed ha operato degli innesti di valore. Orlandina e Forza Calcio? Sono stato di recente allenatore dei paladini e penso che paghino ancora lo scotto di non avere una società importante alle spalle. Mi dispiace, lì ho anche giocato nel ’96-’97 in Serie D, quando il massimo torneo dilettantistico era un’altra cosa. Spero possano farcela, ma non so davvero come possano tirarsi fuori. Mi dispiace anche per il Forza Calcio, gli auguro di riprendersi. Oggi, però, si sono rinforzate tutte, specie le squadre di bassa classifica e non vedo dunque grossi spiragli per le messinesi”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com