Al Teatro Vittorio Emanuele la mostra “Dentro il bianco” di Claudio Militti

Claudio MilittiClaudio Militti

Al Teatro Vittorio Emanuele, dal 4 al 20 maggio, l’artista Claudio Militti esporrà la sua personale dal titolo: “Dentro il bianco”. L’evento culturale è inserito nel ciclo “R-esistenza d’artista – visione d’arte contemporanea” a cura di Saverio Pugliatti.

Claudio Militti

L’artista Claudio Militti

Ad inaugurare la mostra sarà il presidente del Teatro Vittorio Emanuele Maurizio Puglisi. La personale di Militti si basa su alcune culture artistiche del Novecento, dall’Astrattismo all’Informale, tutto incentrato sulla matericità e da un equilibrio compositivo. A legare le opere dell’artista è il bianco. Come il bianco comprende tutti i colori dello spettro elettromagnetico, così tutte le opere oggetto della presente esposizione includono qualcosa di bianco. Si tratta di pannelli, di diverso formato, generalmente di masonite o di polistirolo in cui viene applicato uno strato di impasto cementizio (in qualche caso di sughero) variamente trattato. Infatti alcune opere sono multiframmentate, altre ricomposte, graffiate, incise, fisicamente e cromaticamente. Pur formalmente e tecnicamente ineguali, le varie opere sviluppano una poetica affine, incentrata sull’elaborazione dell’idea congiunta di materia, di frammento e di colore.  Militti segue nei suoi lavori un percorso che lo porta a ridurre in frantumi la materia, anche quella da lui stesso creata, per darle in seguito nuova vita attraverso la ricomposizione dei vari frammenti. Elemento vivificante di queste superfici dalla texture crettata o semplicemente incisa è il colore, terso e saturo di pigmenti, che intride la materia sino a fondersi e confondersi con essa e prendere fisicamente corpo.

 

Commenta su Facebook

commenti