Al PalaCalafiore di Reggio Calabria l’Italia cede al tie-break contro l’Australia

gli azzurri festeggiano la conquista di un punto

Per il suo esordio stagionale la nazionale italiana si regala una gara tirata ed equilibrata conclusasi al tie break in favore dell’Australia che, più avanti nella preparazione e con qualche amichevole in più nelle gambe, ha tenuto testa al gruppo di Blengini  apparso un po’ imballato per via dell’intensa preparazione degli ultimi giorni. In un PalaCalafiore che non ha fatto mancare il proprio supporto alla formazione tricolore, Giannelli e compagni hanno mostrato tanta voglia di non deludere il pubblico di casa ripagandolo con una prestazione generosa, ma non sufficiente a superare gli australiani. L’Italia, per questa prima uscita stagionale,  si affida in partenza a Giannelli in palleggio, Nelli sulla sua diagonale, Parodi e Antonov schiacciatori, Mazzone e Diamantini (all’esordio in Nazionale) al centro e Rossini libero (in alternanza con Balaso per la fase ricezione-difesa).

Simone Giannelli in battuta

Simone Giannelli in battuta

Il primo è stato un buon set per gli azzurri, giocato con disinvoltura e durante il quale Giannelli è riuscito a servire con costanza i suoi centrali che hanno fatto vedere buone cose negli sviluppi della fase offensiva dal centro. La seconda frazione è stata più equilibrata con gli australiani che hanno preso coraggio riuscendo a gestire il gioco per lunghi tratti del parziale fino alla conclusione sul 25-18 in loro favore.
Il terzo set è iniziato con Polo in campo (anche per lui esordio) al posto di Diamantini e con l’Australia che è sembrata uscire alla distanza (20-18) con gli azzurri che hanno sì tenuto il campo, ma hanno comunque ceduto nel finale.

Nel quarto parziale Giannelli e compagni hanno ripreso in mano il pallino del gioco (10-7, 13-11, 16-14) riuscendo a gestire costantemente un piccolo vantaggio che ha consentito comunque al gruppo azzurro di imporsi sul 25-19 portando così la gara al tie-break. Il tie-break non ha deluso le aspettative dei presenti con le due squadre sempre a contatto (13-13) anche se un errore di Polo in battuta ha regalato all’Australia il primo match point annullato da Randazzo (14-14). Dopo una fase concitata e al terzo match point, l’Australia è riuscita a chiudere sul 17-15 set e match.

SImone Parodi

Attacco vincente di SImone Parodi

“Ho visto una squadra con tanta voglia di fare – le parole a fine gara del ct Gianlorenzo Blengini – , con molti giovani che hanno voglia di mettersi in mostra. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra che non voleva accettare il risultato, è sicuramente un ottimo segnale, ma la sconfitta non può e non deve essere una frustrazione per il nostro cammino. La nostra è una squadra che cambierà faccia durante la Volleyball Nations League, mi aspetto che tutti si mettano in mostra alla ricerca di un posto”.

Italia – Australia 2-3 (25-16, 18-25, 20-25, 25-19, 15-17)
Italia: Giannelli 3, Nelli 15, Parodi 8, Antonov 9, Diamantini 4, Mazzone 9, Rossini (L). Balaso, Randazzo 18, Polo 8, Baranowicz. Ne: Russo, Argenta, Raffaelli, All: Blengini
Australia: Graham 4, Sanderson 10, Peacock 3, Richards 17, Mote 12, Hodges 17, Perry (L). Hone, O’Dea 4, Staples 2, Dosanjh, Williams. Ne: Passier, Smith, Douglas Powell
Arbitri: Palumbo, Nicolazzo
Note: Durata set: 26’, 28’, 30’, 32’, 21’ Spettatori: 4.850. Italia: a 6 bs 22 mv 10 et 33 .Australia: a 6 bs 23 mv 6 et 29

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti