Un scena di “Legittima difesa” (ph Giuseppe Contarini)

Commenta su Facebook

commenti