Akademia-Melendugno, Gagliardi: “Tanti stimoli. Serve il grande pubblico”

Akademia Sant'AnnaIl tecnico Nino Gagliardi segue in piedi una gara (foto Marco Familiari)

Superato lo scoglio Palmi, per la Sanitaria Sicom Akademia Sant’Anna è il momento di focalizzarsi sul prossimo impegno di campionato: il match di cartello della giornata numero 20 che si giocherà al PalaTracuzzi (sabato 12 alle ore 17.00) tra la capolista messinese e la seconda della classe, attardata soltanto di un punto, la Narconon Melendugno. Sarà un match dall’alto tasso di spettacolarità e che mette in palio punti importanti, al quale il club di Fabrizio Costantino arriva galvanizzato dal poker di vittorie consecutive (tutte e quattro vinte per 3-0) e con il morale alto.

Akademia Sant'Anna

La schiacciatrice Elisa Maria Garofalo in azione (foto Marco Familiari)

“Questo periodo lo stiamo vivendo con la consapevolezza di poter crescere ancora – dichiara il tecnico dell’Akademia Nino Gagliardi -. Chiaramente queste quattro vittorie consecutive ci danno ancora più morale per andare in palestra e continuare a spingere forte e puntare ad un’ulteriore crescita del gruppo. Venivamo da un periodo di difficoltà ma lo abbiamo superato, e nell’ultima partita lo abbiamo dimostrato ancora di più soprattutto nel terzo set, quando alcuni fantasmi che ci portavamo dal passato li abbiamo dimenticati: eravamo avanti 15-10, siamo andati sotto 21-17 e la squadra ha avuto una reazione importante, a cominciare dal servizio ma, ovviamente, ha funzionato un po’ tutto il sistema. Alla ripresa ho fatto i complimenti alle ragazze perché non era semplice una reazione del genere, soprattutto alla luce della nostra storia di questa stagione”.

Akademia Sant'Anna

La centrale Ambra Composto indica uno schema sotto rete (foto Marco Familiari)

Adesso tutte le attenzioni del team messinese sono riversate su Melendugno, avversario tostissimo che, tra l’altro, all’andata costrinse la Sicom alla prima resa stagionale, seppure con un 3-2 finale. Match tra regine della classe che, certamente, promette grande spettacolo. “Ci auguriamo che ci sia il pubblico delle grandi occasioni perché ne abbiamo bisogno – continua Gagliardi –. Sappiamo che quando giochi partite come queste, dal punto di vista della preparazione mentale c’è poco da fare per noi tecnici, mentre c’è più da fare sotto l’aspetto tecnico-tattico. Noi non abbiamo cambiato molto rispetto alle gare precedenti perché la nostra filosofia è considerare tutti gli avversari uguali, meritevoli di rispetto, e quindi sappiamo benissimo come si preparano le partite settimana dopo settimana. Queste sono le classiche partite belle da giocare, che tutti i giocatori e qualsiasi società vorrebbero affrontare”. 

Akademia Sant'Anna

Il libero Martina Quarto in battuta (foto Marco Familiari)

L’incrocio potrebbe essere determinante per l’assegnazione della prima posizione: “È chiaro che è una partita aperta a qualunque risultato perché giocano la prima contro la seconda: se in questo momento c’è un punto di distacco tra noi e loro significa che ce lo siamo meritati noi, ma ovviamente se l’è meritato anche Melendugno, quindi sappiamo benissimo di trovare una squadra agguerrita. Ovviamente cercheremo di sfruttare il fatto di giocare in casa, di avere i nostri punti di riferimento. È oggettivo, infine, che questa partita possa essere un crocevia importante in questo momento, ma qualunque risultato ci sarà, sia in un caso che nell’altro, noi saremo pronti a continuare il nostro cammino con la stessa aggressività di sempre”.