Adrano e Gravina infliggono due sconfitte casalinghe ad Amatori Messina ed Agatirno CdO

Nel terzo turno di campionato in serie C Regionale non sorridono l’Amatori Messina nè l’Agatirno Capo d’Orlando, superate a domicilio rispettivamente dalla capolista Adrano e dallo Sport Club Gravina. Due sconfitte che lasciano l’amaro in bocca nei rispettivi entourage con le due formazioni che rimangono appaiate con due punti in classifica. Al PalaTracuzzi non riesce l’impresa ai neroarancio targati “Tricenter” di coach Mario Maggio che pagano una serata di scarsa vena nell’attitudine difensiva, unita alle micidiali performance balistiche dei ragazzi del tecnico Castiglione, continui per tutti i quranta minuti. Il primo quarto incanala la gara con un 33-18 micidiale che mina la fiducia dei ragazzi dello Stretto. Un superbo Restuccia sotto i tabelloni (23 punti), la classe di Centorrino (22) e l’ottima conferma di Luca Restuccia non bastano a Messina che a fine primo tempo doveva già recuperare ben sedici lunghezze agli avversari (punteggio di 41-57). Adrano non sbaglia nulla, trova in Giorgio Leanza la prestazione da raccontare ai nipotini, 39 punti, insieme alla regia di Sortino, 28 e le doppie cifre di Russo e Ricceri.

L'Amatori Messina al compelto

L’Amatori Messina al compelto

Gli etnei non rallenatano mai il ritmo ed i 103 punti segnati sono la diretta conseguenza. Colpisce il fatto che soli sei atleti riescano a produrre tale fatturato offensivo che permette all’Adrano di difendere il primato in classifica insieme a Spadafora. Nel prossimo turno nuovo incrocio con una formazione della nostra provincia, alla villa comunale infatti dovrà rendere visita l’Agatirno che alla viglia parte coi sfavori del pronostico. Per la squadra di Messina poche gioie in questo fine settimana, tolti gli spunti di Salvo, Mondello e Maggio che continuano a crescere a vista d’occhio alle spalle degli atleti più esperti e la riflessione che per vincere in stagione bisogna alzare l’intensità difensiva. Il calendario propone un nuovo incontro casalingo contro il Cus Catania, avversario diretto nella lotta alla sopravvivenza con in palio due punti pesanti.
Come detto scivola al PalaFantozzi anche l’Agatirno di Jorge Silva che dopo un primo tempo chiuso in vantaggio si perde nel finale di gara e lascia i due punti ad un esperto Gravina, team che col passare delle settimane proporrà la sua candidatura nella lotta promozione. L’arrivo last minute di Marco Consoli regala a Guadalupi un giocatore che è un lusso per la categoria e che è risultato già positivo (6 punit) nel successo in terra paladina. Sfida per trenta minuti equilibrata con le due squadre che si alternavano ripetutamente nella conduzione del punteggio, poi il contro break di 17-24 in favore degli ospiti decideva il match. Paladini col piglio giusto in avvio, trascinati dalla stellina under 19 Strati, Gambardella e dal giovanissimo Sindoni capace di griffare 12 punti e 15 rimablzi. Gravina però da squadra navigata si affidava nel finale a Barbera e Spina che mettevano in ghiaccio i possessi decisivi ed ottenevano due punti preziosi in graduatoria. Per il tecnico spagnolo Silva inizio in salita ma la squadra ha tutte le possibilità per rialzare la testa e provare fino all’ultimo ad evitare il declassamento in D (retrocessione per le ultime sette classificate, ndc).

I due tabellini:

Tricenter Messina – Adrano 82-103
Parziali 18-33, 41-57, 58-77, 82-103
Amatori Messina: Mondello 7, Spanò 3, Centorrino 22, Restuccia L. 10, Maggio 5, Di Mauro 3, Santoro, Casablanca 2, Salvo 7, Restuccia S. 23, Sciliberto. All: Maggio
Adrano Basket: Sortino 28, Riganati, Verzì 6, Russo 12, Ricceri 10, Bascetta 8, De Masi ne, G.Leanza 39, Di Stefano, La Mela, R. Leanza. Coach Castiglione

Emanuele Sindoni (Agatirno)

Emanuele Sindoni (Agatirno)

Agatirno-Gravina 65-75
Parziali: 14-16, 33-29 (19-13), 48-51 (15-22), 65-75 (17-24).
Nuova Agatirno Capo d’Orlando: Gambardella 12, M. Galipò 3, Sindoni 12, Motta 2, Strati 16, Munastra 10, G. Galipò 4, Spampinato 6, Pappalardo. All.: Silva Suárez.
Sport Club Gravina: La Mantia 9, Frazzetto 4, Barbera 18, Crisafi 1, Spina 18, Verzì 6, Genovesi 8, Minardi 5, Consoli 6, Chillemi ne. All.: Guadalupi.
Arbitri: Barberi e Miragliotta.

La classifica:
Spadafora e Adrano 6 punti;
Gravina, Vigor S.C., Virtus Trapani e Giarre 4;
Amatori, Licata, Agatirno e Cus Catania 2;
Pgs Sales e Marsala 0.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva