ACR Messina, si allontana Arcidiacono. Arriva Pizzo in prestito dal Francavilla

Pietro ArcidiaconoPietro Arcidiacono con la maglia della Juve Stabia

Sembra definitivamente sfumato il sogno rappresentato da Pietro Arcidiacono. La conferma arriva dalla dirigenza della Sicula Leonzio, che ha giudicato insufficiente l’ultima offerta avanzata dall’ACR Messina. La punta catanese, grande protagonista a Cosenza prima e a Martina poi, è pezzo pregiato del mercato. Non sembra più in discussione la sua separazione dai siracusani, che si sono rinforzati con gli innesti dello spagnolo Miguel Sainz Maza e dell’ex etneo Francesco Ripa.

Arcidiacono

Guerriera in marcatura su Arcidiacono in una sfida tra Messina e Martina

Ma la “buonuscita” che gli verrà riconosciuta dal club bianconero coprirà soltanto una piccola parte dell’ingaggio sul quale viaggia il 30enne, che oltre allo stipendio base si è visto riconoscere dei bonus legati a presenze e rendimento. Motivo per il quale l’ACR Messina era chiamato a un sostanzioso sforzo economico. Un po’ come era già accaduto per assicurarsi i servigi del bomber Giuseppe Gambino, al quale è stato riconosciuto peraltro un bonus aggiuntivo, legato all’eventuale raggiungimento della serie C, sul campo o con il paventato ripescaggio estivo.

La società del presidente Pietro Sciotto ha quindi rivisto al rialzo l’iniziale offerta, che è stata giudicata comunque insoddisfacente dalla Sicula Leonzio. Dietro il rifiuto vi sarebbe anche un accordo di massima con un altro club, probabilmente professionistico, il cui nome comunque non è trapelato in questa fase. Un’offerta migliorativa che avrebbe portato le parti a raggiungere già un accordo di massima. Di certo appare ormai improbabile un eventuale approdo in riva allo Stretto di Arcidiacono.

Carlos Bodini Cassiano

Carlos Bodini Cassiano con la divisa dei brasiliani dello Juventude

Sono attese comunque svariate novità di mercato in casa ACR, già nelle prossime ore. Si è aggregato a quelli che potrebbero essere presto i suoi nuovi compagni l’esperto attaccante italo-brasiliano Carlos Bodini Cassiano, che ha firmato 16 reti nell’ultimo biennio tra Lombardia e Veneto, con le maglie di Pergolettese, Ciliverghe e Legnago. In Liguria, nell’Entella, l’esperienza più prolifica, con ben 28 centri nel triennio compreso tra il 2007 e il 2010, prima del rientro in patria.

In gruppo c’è anche l’attaccante Luca Pizzo, 2000 di proprietà del Francavilla che si era aggregato prima al Picerno e poi alla Palmese. Dopo la separazione lampo dai calabresi del direttore sportivo Salvatore Castorina, l’anno scorso ad Acireale con Pietro Infantino, la punta originaria di Marsala si legherà proprio ai peloritani. Cresciuto nella “Primavera” del Novara, come il neo-acquisto Ragone, ha collezionato poche apparizioni nell’ultimo torneo con i granata, partendo comunque titolare in tre occasioni e trovando anche la via della rete contro il Troina. In riva allo Stretto ritrova Cocimano e il tecnico che gli ha dato fiducia già l’anno scorso, nonostante i 2000 non rientrassero ancora nel novero degli under obbligatori. Un po’ come è accaduto a Messina con il portiere Meo.

Luca Pizzo

Luca Pizzo con la maglia dell’Acireale

Questa la rosa ufficiosa dell’ACR Messina:
Portieri – Carmelo Di Marzo (2001), Federico Meo (2000), Armando Prisco (’97), Cristiano Ragone (’99).
Difensori – Francesco Barbera (2001), Alberto Cossentino (’88), Omar Gaye (’98), Marco Lo Disco (2001), Ba Sony Mbaye * (’99), Pasquale Porcaro (’87), Davide Sarcone (’99).
Centrocampisti – Kevin Biondi (’99), Fabio Bossa (’98), Salvatore Cocimano (’90), Simone Freni (2001), Marco Guerriera * (’92), Domenico Romeo (2001), Agostino Saya (2001), Loris Traditi (’93).
Attaccanti – Carlos Bodini Cassiano * (’83), Biagio Carini (’99), Giuseppe Gambino (’84), Fredy Guehi (2000), Santi Mancuso (2001), Luca Pizzo * (2000), Luciano Rabbeni (’89).
* aggregati in attesa dell’eventuale tesseramento.

Commenta su Facebook

commenti