Acr Messina, consegnate le stampe celebrative ai protagonisti della promozione

Acr MessinaIl collage con le stampe consegnate ai protagonisti della promozione

Stampe celebrative con alcuni degli scatti più significativi della stagione. La Redazione di MessinaSportiva ha consegnato ai principali protagonisti della promozione in C dell’Acr Messina un piccolo omaggio. Dal presidente Pietro Sciotto, che ha avuto la costanza di insistere dopo tre anni amari, al suo socio Carmine Del Regno, abile a traghettare da Salerno un nuovo gruppo di lavoro, dal direttore dell’area tecnica Cocchino D’Eboli, capace di costruire un organico in grado di rispettare appieno le aspettative estive, al tecnico Raffaele Novelli, lucido condottiero del gruppo.

Premiati, ovviamente, anche i calciatori simbolo. Dal bomber Ciro Foggia, autore di 20 reti ed eletto dalla giuria della Lnd e dai tifosi migliore attaccante dell’intera serie D, all’ispiratore Mauro Bollino, in doppia cifra tra i gol e soprattutto tra gli assist (ben tredici), dal muro difensivo Paolo Lomasto, che ha anche timbrato tre reti dal grande peso specifico, al centrocampista Domenico Aliperta, leader del gruppo in campo e soprattutto nello spogliatoio. La realizzazione grafica è stata firmata da Alessandro Denaro e Giuseppe Murabito. Gli scatti entrati nel collage fotografico sono stati realizzati nel corso della stagione da Giovanni Chillemi, Paolo Furrer, Fabrizio Pernice, Ciccio Saya, Nino La Macchia e Andrea Rosito, a cui va il ringraziamento della Redazione per la fattiva collaborazione nell’arco di un’annata particolarmente intensa e impegnativa.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma