Un sontuoso Knox regala il successo alla Betaland (74-75) dopo cinque mesi di astinenza

BetalandJustin Knox, Brindisi-Betaland

Il centro ex Fortitudo Bologna di Capo d’Orlando chiude la rimonta a 4 secondi dal termine nel match del PalaPentassuglia. Brindisi perde nuovamente di un punto il secondo confronto diretto in stagione coi paladini. La Betaland torna penultima ed a quattro turni dalla fine lancia la volata salvezza su Pesaro.

L’ultimo successo della Betaland tra campionato e Coppa risaliva al 16 dicembre 2017 ai danni di Brindisi. E dopo cinque mesi esatti i paladini tornano a sorridere in una sfida cruciale per la lotta salvezza proprio sul campo della formazione pugliese. Locali che partono con Moore, Suggs, Tepic, Smith e Lydeka. Capo è ultima ma vuole reagire e risponde con Atsur, Stojanovic, Kulboka, Likhodey e Knox. Un malfunzionamento del cronometro registrato dopo appena tre secondi di gioco tarda l’inizio della gara. Si ricomincia dopo oltre dieci minuti d’attesa ed aver evitato l’utilizzo delle attrezzature regolamentari manuali.

Betaland

Azione offensiva della Betaland

Parte bene Knox a rimbalzo offensivo e nonostante l’uno su quattro dalla linea di libera spinge Capo sull’­8-13 dopo 5 minuti. I viaggianti dominano a rimbalzo e grazie agli 11 punti di Knox, Capo chiude avanti il primo quarto sul ­13-18.
Brindisi continua a non convincere nell’attacco alla zona e coach Vitucci al tredicesimo chiama timeout sul 15­-20. Le due squadre si sbloccano dalla lunga e poi Lydeka si fa valere a rimbalzo offensivo convertendolo nel canestro del 27-­30 al 17mo. Mesicek dalla lunga sigla il meno 2. Knox domina nel pitturato. Moore lanciatissimo in contropiede subisce il colpo all’anca e lascia il parquet a due minuti dalla pausa lunga. Giuri sostituisce il play americano e prima infila la tripla dall’angolo e poi segna il canestro del sorpasso che manda le due squadre negli spogliatoi sul 34-35.

Moore raggiunge gli spogliatoi sorretto a braccia dai suoi compagni e non rientrerà nel secondo tempo. Knox chiude i primi 20 minuti con 17 punti e 5 rimbalzi. Mesicek riapre le danze con una bella schiacciata. Kulboka dalla lunga riporta avanti i suoi ma Giuri ne scrive 5 di fila. Il canestro di Donta Smith fissa il punteggio sul 49­-43 al 25mo. 4 in fila per Lydeka e coach Mazzon è costretto al timeout sul 47-55 al ventottesimo. La tripla di Atsur restituisce ossigeno ai siciliani che chiudono il terzo quarto sotto di sole 4 lunghezze sul 59-­55. Iannuzzi si fa sentire con 2 canestri e con lo sfondo subito da Knox in avvio di ultimo quarto. Faust non ci sta e schiaccia a una mano per il 65-­62 al 33mo. Il quarto fallo personale manda Suggs in lunetta. Il 2/2 trova risposta immediata con la tripla dell’ex Chalon Adam Smith. Suggs non ci sta e prima piazza la tripla e poi costringe alla persa Adam Smith: 72­-67, a 4’17” sul cronometro e timeout di coach Mazzon. Pecca in esperienza Mesicek che in attacco commette un antisportivo ce regala due liberi a Atsur: il 2/2 avvicina Capo.

Betaland

Adam Smith al tiro

Il finale è infuocato: 72­-69 con 2’57” sul cronometro. Un blocco di Knox mette fuori dai giochi Tepic per noie alla spalla a 2’31” dalla fine sul 72-­69. Lydeka realizza il +5. Knox è abile per il meno tre3 a 100 secondi dalla fine. Hooking di Lydeka su Knox e timeout prima del possesso degli ospiti a poco più di un minuto dalla fine. Il semigancio di Knox e il jumper di Donta Smith trovano il ferro. Knox sigla il meno 1 a 51 secondi dalla fine con un bel canestro ad un tempo su assist dell’ottimo Atsur. Mesicek si procura due liberi fondamentali ma la guardia slovena fa 0/2. Adam Smith vuole giocarsi l’ultimo possesso ma Brindisi puà spendere due falli prima del bonus.  Giuri commette fallo a 9 secondi e 7 decimi dalla fine. Non ci saranno liberi. C’è il timeout di Mazzon. Stojanovic penetra e scarica per Knox che firma il sorpasso a 4 secondi dalla fine. Timeout di Vitucci. Brindisi non trova il tiro utile e Capo espugna il PalaPentassuglia agganciando Pesaro in classifica con i marcigiani che adesso devono lottare anche contro un calendario terribile.

Happy Casa Brindisi – Betaland Capo d’Orlando 74-75
Parziali: 13-18, 35-34, 59-50
Brindisi: Mesicek 11, Suggs 12, Tepic 3, Lydeka 10, Cardillo, Smith 8, Moore 5, Giuri 17, Iannuzzi 8, Donzelli ne, Sirakov ne, Di Maggio ne. All.: Vitucci.
Betaland: Smith 14, Faust 10, Atsur 5, Kulboka 3, Likhodey 10, Campani, Stojanovic 6, Knox 27, Galipò ne, Donda ne. All: Mazzon.
Note: TIRI DA 2 PUNTI – HAPPY CASA: 21/43; BETALAND: 26/46.
TIRI DA 3 PUNTI – HAPPY CASA: 8/21; BETALAND: 6/20.
TIRI LIBERI – HAPPY CASA: 8/15; BETALAND: 5/10.
RIMBALZI – HAPPY CASA: 39 (11 off); BETALAND: 34 (7 off).
ASSIST – HAPPY CASA: 19; BETALAND: 13.
PALLE PERSE – HAPPY CASA: 15; BETALAND: 11.

Il finale del match del PalaPentassuglia:

Le emozioni degli ultimi secondi a Brindisi!Grande Orlandina Basket!

Publiée par Orlandina Basket sur dimanche 15 avril 2018

Commenta su Facebook

commenti