Soddisfazioni per il Progetto Club Messina, l’U 18 E si gioca l’Elite con Cefalù

Progetto CLUB amatori Messina

I campionati si avvicinano alle fasi finali ma continuano le soddisfazioni per il Progetto Club, la collaborazione a livello giovanile fra le società peloritane Amatori Basket, Life e Ganzirri. Giunto al quarto anno il Progetto Club rappresenta l’unica società a della città di Messina a partecipare nelle categorie Under 16 e Under 18.

Under 18 Eccellenza:

La formazione Under 18 d’Eccellenza del Progetto Club riprende dalla fase regionale, ferma da poco più di un mese. Martedì 21 alle 19 a Sant’Agata Militello il team allenato da coach Restanti si giocherà contro il Basket Cefalù l’accesso alla finale contro la vincente di Viola Reggio Calabria – Orsa Barcellona, per essere successivamente ammessa alle semifinali Under 18 Elite.
Un regolamento che penalizza oltremodo la più che positiva stagione disputata quest’anno dai nero-arancio, che non premia in nessun modo il vantaggio acquisito in classifica, avendo chiuso al terzo posto il torneo. La prima classificata, Capo D’Orlando, è stata infatti ammessa direttamente alle semifinali Under 18 Elite, Amatori, Viola, Orsa Barcellona e Cefalù si giocheranno con partita secca in campo neutro l’unico posto disponibile per le semifinali. La formula scelta non tiene dunque in considerazione l’essere arrivati terzi o essere arrivati sesti in campionato, oltretutto Di Dio e compagni affronteranno roster rinforzati come quelli della Viola RC e dell’Orsa che prima della scadenza del  28 febbraio hanno tesserato altri giocatori anche stranieri. Sarà dura ma i ragazzi del Progetto Club darannoil meglio di loro stessi per raggiungere un obiettivo che sicuramente meritano.

Under 16 regionale:

Grande soddisfazione per il responsabile tecnico Guido Restanti, nonché allenatore dei gruppi giovanili facenti parte del progetto Club. Malgrado la sconfitta subita di soli 3 punti dalla Canditfrucht Barcellona (49-46 il risultato finale), i ragazzi di coach Restanti si sono qualificati come secondi ai quarti di finale regionale. Una bella prestazione quella giocata al Pala Alberti di Barcellona dal capitano Coltraro e compagni, che se pur privi di un elemento fondamentale come Giorgio Migliorato (ancora fermo per infortunio), hanno dato battaglia in una prova maiuscola dove Cannata è stato il vero trascinatore. Barcellona le ha provate tutte per fermare la guardia messinese alternando marcature asfissianti con aiuti, raddoppi e box and one, ma sia dalla lunga distanza (3 triple) che nell’1 contro 1, è stato difficile per Spanò e compagni arginarlo. Hanno sfruttato i continui raddoppi sul compagno i vari Cardillo (ottima la sua prestazione con 10 punti realizzati, macchiati da un mancato rimbalzo su tiro libero di Barcellona negli ultimi secondi di gara, che una maggiore cattiveria e determinazione avrebbe potuto ribaltare le sorti dell’incontro) di Cosetta (7 punti) e Di Bella (6 punti), che purtroppo dimostrano ancora momenti di totale assenza durante la gara difficili da comprendere e giustificare in partite del genere dove l’adrenalina della gara dovrebbe essere a mille. Rimane il rammarico per una partita condotta sempre avanti anche se con un margine mai andato in doppia cifra. A 4 minuti dal termine, l’Amatori conduce sopra di 8 punti, Barcellona sembra arrendersi schierando il quintetto seduto in panchina, anche l’Amatori effettuata qualche cambio, ma la maggiore determinazione dei barcellonesi, fa si che venga ricucito il gap in due soli minuti. Si va avanti punto a punto e su un tiro libero avversario, Patanè prende il rimbalzo offensivo e segna il vantaggio barcellonese.
Adesso ci si prepara ad affrontare una vera e propria corazzata, il Cus Catania, prima classificata del girone catanese che in virtù del regolamento prevede di scontrarsi con la seconda del girone messinese. Vincitore da 3 anni del titolo siciliano i ragazzi di coach Russo, sono i favoriti anche quest’anno alla vittoria del titolo. I ragazzi di coach Restanti trarranno insegnamento da questa sconfitta appena maturata per mettere la giusta concentrazione e determinazione nel disputare un incontro al massimo delle proprie capacità, in modo da poter ben figurare.

Amatori U 16 Ecc

Canditfrucht Barcellona – Progetto Club (Amatori-Life-Ganzirri) 49–46
Parziali: 11-12; 14-17; 9-10; 15-7.
Barcellona: Saija 8, Rao 10, Spanò 9, Carino 8, Furnari 4, Genovese2, Patanè 8, Rota, Apriano, Cangemi. All. Coppolino
Amatori Messina: Notarianni 1, Di Bella 6, Cosetta, Cannata 18, Cardillo, Coltraro 4, Cesareo, Pensante, Campo. All. Restanti.

Under 14 e Under 13

Le due formazioni marcate Life frutto del sempre Progetto Club guidate da coach Guido Restanti e dell’assistente Emanuele Franciò, sono arrivate al termine della stagione regolare e sono in attesa del calendario della prevista fase ad orologio. Il gruppo Under 14 formato dai 2003 e 2004 chiude al quinto posto a pari punti con altre due formazioni mostrando miglioramenti rispetto al girone d’andata anche se a prestazioni positive si sono succedute alcuni stop frutto di poca concentrazione e tenuta mentale, aspetto sul quale bisognerà ancora lavorare, l’infortunio di Panarello ridurrà le rotazioni di capitan Tomasello e compagni. L’Under 13 (2004-2005) con due gare ancora da giocare è in seconda posizione che difenderà nello scontro diretto di venerdì 24 marzo contro il Collegio Sant’Ignazio. I vari ArcidiaconoFerrara, Passarello e Raffa, si stanno ben disimpegnando nel torneo dando anche un buon contributo nella categoria superiore, discorso analogo per gli Esordienti classe 2005 Brunaccini, Di Bella, Migliorato, Rizzo e Valeriano che affrontano col giusto spirito le partite coi compagni più grandi.

Commenta su Facebook

commenti