Sant’Agata, Meli: “Cercheremo di ottenere il massimo. Il pubblico sia il dodicesimo uomo”

Ettore MeliIl direttore generale del Sant'Agata Ettore Meli

Per il Città di Sant’Agata scocca l’ora dell’andata della semifinale playoff di Eccellenza contro l’Afragolese, valida per la fase nazionale. Si giocherà domenica (ore 16.30) al “Vasi” di Gliaca di Piraino, con ritorno previsto sette giorni più tardi in Campania. Ecco l’analisi della vigilia del direttore generale biancazzurro Ettore Meli: “La squadra sta bene, si è allenata al meglio, in settimana ha recuperato energie fisiche e mentali. Domenica cercheremo di ottenere il massimo come sempre. Nelle prime due partite di questi playoff avevamo il doppio risultato a disposizione, ora invece si va al classico scontro andata e ritorno, con due gare da 90′. In casa dovremo cercare a tutti i costi di vincere, magari senza subire reti. Alla fine ci prenderemo quello che dirà il campo, consapevoli di aver dato il 100%”.

La squadra del Città di Sant’Agata per la finale regionale dei playoff

“L’Afragolese commenta Meli – per storia non si può paragonare a noi. E’ un paese di 70.000 abitanti vicino Napoli, con un bacino d’utenza superiore, però il nostro piccolo grande Sant’Agata darà filo da torcere a tutte, indipendentemente dalla squadra che si andrà ad affrontare”.

Mancherà il solo Cicirello, fermato per un turno dal Giudice Sportivo. Il Sant’Agata confida, però, nell’apporto del pubblico per centrare un’altra impresa: “Abbiamo qualche acciaccato, però la squadra sta bene mentalmente e fisicamente. Il mister sta facendo un ottimo lavoro sotto l’aspetto della gestione del gruppo. I tifosi? La prevendita è andata bene, ma vorrei fare un nuovo appello al pubblico affinché tutti dalle tribune diano una mano al tifo organizzato e quindi ai ragazzi. Avere i propri sostenitori ad incitarti dà qualcosa in più. Il pubblico dovrà essere il nostro dodicesimo giocatore”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com