Modica non ha ancora deciso: “Per restare chiedo garanzie tecniche”

Giacomo ModicaIl tecnico Giacomo Modica in sala stampa

Settanta minuti di conferenza stampa non sono bastati per chiudere il caso dell’estate. Giacomo Modica è pronto a prolungare la permanenza sulla panchina del Messina ma chiede risposte certe entro la prossima settimana, per non precludersi ulteriormente la possibilità di accasarsi altrove se non troverà l’accordo definitivo con la società di Pietro Sciotto.

Modica e Sciotto

Modica e Sciotto in conferenza stampa (foto Antonio Billè)

A fare il punto su una trattativa infinita è stato proprio il tecnico, alla fine dell’incontro con i cronisti: “Il presidente ha mostrato grande disponibilità. Abbiamo avuto tanti incontri, l’ultimo ieri sera. C’è la volontà di fare cose importanti, con maggiore organizzazione societaria: si sta muovendo bene. Ora ho solo bisogno di certezze fondamentali dal punto di vista tecnico. Dobbiamo capire come muoverci e portare avanti il nostro programma. Entro breve tempo spero di capire se posso fare parte di questa famiglia o dare risposte positive altrove”. Nelle ultime ore sul tecnico si sarebbe registrato in particolare il pressing della Cavese.

Rosafio

Rosafio fissa il pallone

Modica, in particolare, teme di dovere salutare altri elementi chiave dello spogliatoio, dopo Rosafio: “Il mio timore, legittimo da allenatore e responsabile dell’area tecnica, è che arriviamo sempre secondi. Vorrei proseguire con il gruppo attuale, non chiedo la luna. Chiedo di ottimizzare i tempi e cercare di ripartire dalle condizioni migliori per potere disputare un campionato importante. Non possiamo non vincere, dopo il sesto posto dell’ultima annata. Ho già lasciato una C per avere preso un impegno con il Messina. Non voglio perderne altre. Vivo di questo, è la mia professione”. Il riferimento è alla trattativa con il Teramo, che non ha gradito i tentennamenti di Modica, che aveva già dato la sua parola all’ACR.

Giacomo Modica

Giacomo Modica in piedi davanti alla sua panchina (foto Nino La Macchia)

A questo punto l’ex vice di Zeman, chiede un maggiore impegno sul mercato, possibile peraltro non appena sarà indicato – già nelle prossime ore – il nome del nuovo direttore sportivo: “Se proprio è necessario, cercheremo dei sostituiti. Chi non ha voglia di essere più protagonista nel Messina sicuramente non verrà trattenuto, non possiamo legarli. Dobbiamo però quantomeno provare a portare altri elementi qui. Lo staff tecnico? Resterebbe lo stesso, su questo siamo in sintonia. Dobbiamo essere più celeri su altre cose. Sulla proposta di collaborazione dei dirigenti del Città di Messina dico che ancora stanno chiacchierando e valutando il da farsi. È prematuro parlarne”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com