Mazzon vola a Ravenna. L’Orlandina, che saluta Scibetta, vira su Marco Ramondino

Marco Ramondino

Capo d’Orlando valuta l’ipotesi Marco Ramondino (WIN Basketball). La società siciliana dovrà però definire con esattezza i programmi per la stagione 2018-19 prima di formulare una proposta concreta al tecnico avellinese in scadenza di contratto a Casale Monferrato. Se il progetto tecnico non sarà infatti finalizzato al vertice della serie A2 si cercherà un allenatore emergente pronto a sviluppare un programma basato principalmente sui giovani.

Betaland

Andrea Mazzon, Betaland

Nel frattempo è diventata ufficiale la mossa dell’Orasì Ravenna (serie A2) che dopo avere transato il contratto con Antimo Martino, ha formalizzato l’accordo con Andrea Mazzon (MVP): contratto biennale per il coach che aveva concluso il 2017-18 a Capo d’Orlando e sembrava vicinissimo alla permanenza in Sicilia col club paladino che gli aveva inviato la proposta di rinnovo. Dopo il nulla di fatto con Stefano Pillastrini il nuovo g.m. dell’OraSi ha puntato sul tecnico veneziano già sua prima scelta nel 2015 a Trapani prima dell’accordo con Ugo Ducarello.

La società paladina  del presidente Sindoni ha inoltre comunicato di aver raggiunto un accordo consensuale per la risoluzione del rapporto professionale con il direttore dell’area comunicazione Pietro Scibetta, che il club saluta attraverso le parole del massimo dirigente: “A conclusione della collaborazione con Pietro Scibetta, l’Orlandina Basket rivolge un sentito ringraziamento per l’attività svolta in una impegnativa stagione che ha visto la nostra squadra impegnata anche sul fronte continentale. Lavorare con un professionista del suo calibro ha permesso alla nostra società di accrescere il proprio patrimonio di competenza e capacità professionale in ambito comunicativo. Auguriamo a Pietro un futuro di crescita ulteriore e successi professionali all’altezza delle sue aspettative. Sarebbe il giusto riconoscimento alla sua grande competenza cestistica”.

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti