Luci ed ombre per il Castanea che supera nel finale la bestia nera Comiso

CastaneaPalla a due Castanea-Comiso

A Ritiro il Castanea Basket 2010 ha grande voglia di riscatto dopo la dura sconfitta rimediata sul parquet della capolista Acireale. Ospite di turno è l’Olympia Comiso, squadra impelagata in zona retrocessione ma con un organico impreziosito da diversi elementi con un passato anche in categorie superiori che già all’andata hanno dato un grosso rammarico ai peloritani. Gialloviola di coach Frisenda tra le maggiori rivelazioni del torneo di serie D nella seconda fase di stagione ma con il ritardo accumulato in avvio la sensazione è che per centrare lo scudetto rappresentato dall’approdo alla post season servirà anche qualche combinazione di risultati a proprio favore. Roster al completo per il Castanea ad eccezione del febbricitante Ala Diallo mentre Comiso in risalita vuole vender cara la pelle. Coach Frisenda schiera il canonico five con Leonardo Di Dio, Calarese, Bonanno, Russell e Marabello opposti agli iblei con l’ottimo trio Savarese, Boiardi e Pozzo più i fratelli Palazzolo a giostrare sulle ali.
Castanea

Castanea-Comiso (fase di gioco)

Gara non trascendentale in avvio, punteggio basso some dimostrerà il 13-11 della prima sirena. Calarese, Marabelllo e Bonanno tramutano in punti i rimbalzi offensivi su diversi errori al tireo mentre Comiso è soltanto Pozzo in avvio (7 punti tutti per l’ex Vittoria). Ottimo l’impatto dei subentranti Moldovs da un lato (alla fine doppia doppia da 14 ed 11 rimbalzi per l’ex Termoli) e Romeo per l’Olympia. Squadre spesso frenata dalla frenesia e con conclusioni sporcate dai ferri. Due liberi di Romeo chiudono la prima frazione.
Secondo quarto e clichè della gara che non cambia, al 20′ si arriverà in perfetta parità a quota 29. Due le triple di un consistente Marabello (12 punti), Alu segna in penetrazionea due tempi, e Moldovs da il primo allungo ai suoi (20-13). Qui si iscrive a referto l’ex Ragusa Boiardi spina nel finaco dei locali che con il faro Savarese segna la riscossa sino al meno tre, 23-20. Lorenzo Di Dio segna il primo punto col Castanea ed il gioco da tre punti di Pozzo materializza il sorpasso di Comiso. Nel finale il astanea rimette il naso avanti con Marabello e complice un tecnico agli avversari ma Boiardi impatta allo scadere della seconda sirena.
Alla ripresa ci si aspetta un cambio di ritmo ma la gara prosegue sul binario dell’equilibrio: il Castanea è più continuo nel gioco, Bonanno colpisce da tre su scarico di Di Dio. E’ testa a testa tra Boiardi e e Bonanno ben messo in ritmo in questa frazione (36-35 e 40-38). Gara in parità ma per Comiso arriva la doccia fredda col quarto fallo al 25′ di Pozzo, leader sino a quel monento in cmapo. Molodvs segna il suo high di punti in Italia (ne aveva segnati 12 con Termoli), poi due triple in sequenza di Leonardo Di Dio scuotono la squadra (48-45). Comiso non ci sta e ribalta il punteggio ma Calarese fino a quel momento poco assistito decide di cambiare marcia. Prima permette ai suoi con due liberi di chiudere al 30′ la frazione sul 51 pari poi entra nel vivo dell’azione nell’ultimo periodo, il più avvincente. Comiso tocca il più 5, 51-56 con Boiardi (22 punti per lui), Calarese con 4 punti e Di Dio rintuzzano la minifuga iblea. Pozzo rientra in campo gravato di falli ma sotto canestro è sempre prezioso e da vita ad un bel duello con il lettone Molodovs. Il play con trafila a Rimini Calarese segna un 2 più 1 (62-61) ma la gara è incerta.
Castanea

Il pivot lettone Nikita Molodvs Castanea)

Molodovs è il terminale in questa fase e rileva il collega di reparto come Russell meno in luce rispetto alle ultime uscite. Sembra la fuga buona per il Castanea che a due minuti dal termine vola a più cinque con Calarese (68-63) ma Comiso dimostra di non mollare mai. Tripla forntale di Pozzo e liberi per Savarese della partità. Di Dio sul fronte opposto fa 1/2 e l’ultima azione è di Comiso con leggera discrepanza per il Castanea. Frisenda chiede massima intensità difensiva e Savarese non trova un tiro facile ma laterale che arriva solo il primo ferro. A 8 secondi dal termine Di Dio torna in lunetta e segna i liberi della staffa. Sulla rimessa poi errore grave dell’Olympia che consegna palla al Castanea e l’ultima tripla di Calarese vale per le statistiche. Finale 74-68, prosegue pur con alcuni brividi la rincorsa ad un posto al sole del Castanea che comunque adesso ha trovato la propria dimensione in serie D. Adesso alle porte un trittico fondamentale per la squadra gialloviola attesa da Mascalucia, Pozzallo (in casa) e Aci Bonaccorsi. Poi la chiusura di stagione con Gela e Amatori Messina ma ancora la sensazione è che il calendario deve riservare nuove emozioni.
Castanea-Olympia Comiso 74-68
Parziali: 13-11; 29-29; 51-51
Castanea: Di Dio leo 17, Calarese 19, Spadaro ne, Frisone, Marabelo 12, Di Dio Lor. 1, Bonanno 7, Russell, Alu 4, Molodovs 14. All: Frisenda
Comiso: Vespertino ne, Farruggio, Ballarò, Baha 2, Savarese 17, Romeo 7, Palazzolo A. ne, Drago ne, Palazzolo D., >Boiardi 22, Pozzo 20. All: Ceccato
Arbitri: Centorrino e Marra

Commenta su Facebook

commenti