L’ex Rodriguez scombina i piani di primato di Barcellona, ko con la Stella Roma

BarcellonaRodriguez (Stella Azzurra-Barcellona)

Poco meno di tre minuti di black out finali costano al Basket Barcellona una sconfitta in casa della Stella Azzurra Roma (al nono successo in dieci gare). Davvero un peccato perché i giallorossi avevano tenuto il naso avanti rispetto agli avversari per tutta la durata dell’incontro. Fino a quel momento in cui si è spenta la luce, quando Sereni e compagni si trovavano in vantaggio di nove lunghezze. Da qui in poi, non sono più riusciti a segnare. Il primo quarto già sorride a Barcellona con Brunetti in formato super con ben 12 punti realizzati. Finisce 22-23. Le due squadre entrano in campo con le polveri bagnate nel secondo quarto. I siciliani riescono comunque a realizzare di più rispetto agli avversari e il parziale di 7-14 manda Barcellona all’intervallo lungo sul punteggio di 29-37. Al rientro sul parquet, la Stella Azzurra appare più grintosa. Il 19-14 piazzato nel terzo quarto consente ai padroni di casa di recuperare quota. L’ultimo quarto è quello decisivo. Barcellona si spegne e non riesce più a segnare. Da 50-59 a 64 -59 negli ultimi tre minuti, per i giallorossi è una vera Waterloo firmata dall’ultimo parziale di 16-8. Determinante un break finale di di 14-0 per rimontare dal -9 a tre minuti e mezzo dalla fine ed imporsi per 64-59. Bayehe e compagni superano così con il carattere, più forte anche della scarsa vena al tiro da tre (6/28), la prova del nove al cospetto di una delle due squadre al vertice del torneo, nove come i successi ottenuti dai nerostellati nelle ultime dieci partite.

Barcellona

Bayebe schiaccia (Stella Azzurra)

CRONACA Coach D’Arcangeli inizia subito con una grossa novità nel quintetto base, alla sua seconda partita in carriera in Serie B viene gettato subito nella mischia il classe 2001 Drocker, che verrà lasciato ininterrottamente sul parquet fino a metà del terzo quarto. I siciliani di Massimo Friso scattano meglio dai blocchi di partenza grazie soprattutto ai canestri di Brunetti, che ha già 10 punti nel 12-18 del 7°, margine che Grilli porta a ridosso della doppia cifra con un gioco da 3 punti (12-21 al 7°). Qui i padroni di casa iniziano a mostrare quella che sarà la costante della loro partita, restare sempre a galla non affondando mai malgrado gli oltre 38 minuti in cui il punteggio è stato nelle mani degli isolani. La prima riscossa stellina è il 10-0 di break chiuso dalla tripla di Rodriguez per il primo sorpasso della partita (22-21), che solo un tiro vincente di Stefanini a cavallo della linea da tre impedisce di essere anche quello del vantaggio di fine primo quarto, chiuso col +1 siciliano (22-23). Il secondo periodo è il più sterile in attacco per la Stella, incapace di segnare più di 7 punti ma capace tuttavia di non farsi staccare troppo dagli ospiti, nei quali Brunetti sale a 16 punti (e 8 rimbalzi) e Grilli conclude sulla sirena il contropiede del +8 di metà gara (29-37).

Il nuovo momento negativo dei padroni di casa si prolunga anche ad inizio ripresa, il libero segnato da Stefanini per il fallo tecnico per proteste assegnato a D’Arcangeli durante l’intervallo e un jump dalla media di De Angelis issano Barcellona all’unico vantaggio in doppia cifra della sua partita, 29-40, ma la replica nerostellata è di nuovo veemente, un 9-0 in due minuti al quale Bayehe contribuisce con 6 punti (nella foto in alto di Cristiana Castano, una sua schiacciata durante il match). Arrivata all’ultima minipausa sotto di 3, la Stella sembra cadere definitivamente nel periodo finale sotto i colpi dalla lunga distanza di Teghini, due triple che portano Barcellona al “famoso” 50-59 con 3’30” ancora da giocare. Per la terza volta gli stellini trovano la forza di risorgere e sarà quella definitiva.

Barcellona

Stefanini e Sereni in difesa

Il via lo danno due canestri del veterano del gruppo, Caceres, con un gioco in post basso e la tripla del 55-59 a -2’20”, ma è uno dei più giovani del roster, Drocker, a far esplodere l’Arena Felici con la bomba del -1 con 1’50” da giocare, 58-59. Sull’altro lato del campo la difesa di Bayehe costringe Brunetti all’infrazione di passi e, dopo il time-out, arriva anche il sorpasso firmato da due liberi di Rodriguez per il 60-59 a -1’12”. Barcellona non trova più il canestro, Sereni perde palla buttandola in tribuna sotto la pressione dei marcatori stellini, Drocker sbaglia la tripla ma sul ribaltamento di fronte Rodriguez si rivela l’uomo in più anche in difesa intercettando un passaggio di Teghini, rubata cui segue il fallo tattico siciliano. Con 13” sul tabellone elettronico il play nerostellato piazza il 2/2 che mette un possesso pieno di distanza tra le due formazioni, 62-59. Friso chiama time-out per orchestrare la rimessa sulla tre quarti di Barcellona, l’immediato catch-and-shoot di Grilli da tre punti manca però il bersaglio, il rimbalzo è preda di Drocker e a 3 secondi dalla sirena arriva il nuovo fallo tattico stavolta su Caceres, anche lui freddo dalla linea del tiro libero nel mettere i punti della sicurezza.

Stella Azzurra Roma – Basket Barcellona 64-59
Parziali: 22-23, 7-14, 19-14, 16-8
Stella Azzurra Roma: Rodriguez 22 (3/5, 2/7), Bayehe 14 (6/10, 0/0), Caceres 13 (4/11, 1/2), Drocker 5 (1/3, 1/6), Alibegovic 3 (0/1,1/7), Corbinelli 3 (0/1, 1/4), Donadio 2 (0/2, 0/0), Cassar 2 (1/1, 0/1), Penè 0 (0/1, 0/0), Eboua 0 (0/0, 0/1), Ianelli, Panopio. All: D’Arcangeli
Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 40 15 + 25 (Bayehe 13) – Assist: 13 (Rodriguez 8)
Basket Barcellona: Brunetti 21 (4/7, 3/4), Grilli 12 (3/6, 1/4), Pedrazzani 9 (4/7, 0/2), Teghini 6 (0/1, 2/4), De Angelis 5 (2/2, 0/0), Stefanini 4 (1/3, 0/2), Sereni 2 (1/2, 0/0),Caroldi 0 (0/1, 0/1), Gay 0 (0/2, 0/2), Idiaru. All: Friso
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Brunetti 11) – Assist: 12 (Grilli, Teghini 3)

Commenta su Facebook

commenti