Letojanni corsara in Calabria: un indomito Cosenza cede al tie break

Siciliana Maceri Volley LetojanniSiciliana Maceri Volley Letojanni in azione

Letojanni riesce a spuntarla al tie break sul parquet di Camigliatello contro il Cosenza. Dopo due ore e mezza di puro spettacolo, Schifilliti e compagni sono riusciti ad avere la meglio sul team trascinato in campo da Mille e Borghetti. Cinque set nel corso dei quali calabresi e siciliani hanno messo in atto strategie opposte l’una dall’altra e che al tie-break hanno dato ragione ai ragazzi di mister Ferrara, usciti dal rettangolo di gioco con delle certezze in più rispetto alle prime partite di questo inizio di campionato. Un torneo che adesso si fa interessantissimo per i letojannesi che si ritrovano quarti a quota 14 punti in classifica.

Flavio Ferrara

mister Flavio Ferrara

Una vittoria quella ottenuta contro i cosentini che li proietta con più tranquillità verso il prossimo impegno casalingo con la Gupe Battiati Catania, attualmente in quarta posizione, a +1 proprio dagli jonici. Sabato prossimo, al Pala “Letterio Barca”, arriveranno infatti i ragazzi di Petrone. Un’affermazione, costruita minuto dopo minuto già a partire dal primo set che iniziava con il Letojanni sempre avanti di 2/3 lunghezze grazie ad una ricezione perfetta, ad un muro ineccepibile e ad attacchi altrettanto potenti e precisi. Si passava dal 3 a 0 al  2 a 6 per gli ospiti nell’arco di pochissimo tempo, ma proprio su quest’ultimo punteggio, i locali ritornavano a galla, forzando il servizio e risalendo dunque sull’8 pari. A questo punto il Letojanni si riportava avanti sul 17 a 20. Ma quando sembrava girare a favore dei siciliani, il centrale Iorno metteva a terra due palloni pesanti che facevano tornare in partita il Cosenza. Poi qualche errore di troppo della Savam, portava Mille (insieme a Borghetti ha messo a terra ben 52 punti) a chiudere il parziale sul 25 a 22 grazie ad un attacco dalla seconda linea.

Tutt’altra storia nel secondo round, che cominciava con il Letojanni avanti di 4 lunghezze (6 a 2)  che aumentavano, secondo dopo secondo, grazie ad una manovra impeccabile degli ospiti. Nell’arco di pochi minuti questi ultimi andavano addirittura sul 18 a 10, sfruttando i numerosi errori dei locali che si disunivano anche a causa degli innumerevoli muri di un Remo rigenerato (19 i punti totali). Nel frattempo il tecnico cosentino operava dei cambi per ridare ossigeno ai suoi, ma alla fine i letojannesi chiudevano i conti sul 25 a 17. Nel terzo set si palesava invece un equilibrio simile a quello del primo, con la Savam che mostrava costanza e un certo livello di attenzione. Il Cosenza imprimeva la marcia attaccando al centro ma anche sulle corsie laterali, il Letojanni si difendeva e tentava di rimanere a galla. Sul 20 a 14 per i padroni di casa,  Mazza e soci provavano ma senza successo l’aggancio per poi cedere 25 a 22. Un risultato che dava la carica ai letojannesi che, nel set successivo, manifestavano un agonismo al di là di ogni più rosea aspettativa e che si traduceva subito in un testa a testa con Mille e Borghetti fino al 20 a 20. Di mezzo le stoccate vincenti di D’Andrea, Princiotta e Remo contro quelle dei martelli ricettori cosentini – Mille e Borghetti appunto – che, sul 23 a 20 per gli ospiti, mettevano giù palloni pesanti per il 23 pari. Il set si concludeva ai vantaggi 28 a 26 a favore della Savam, dopo un fallo di formazione fischiato ai locali da parte dell’arbitro Santangelo di Catania.

Si andava pertanto al tie-break, nel corso del quale si registrava una partenza sprint del Cosenza (4 a 1), Mille conduceva i locali ad una quasi affermazione ma, alla lunga, il Letojanni riprendeva coraggio ribaltando il punteggio sull’8 a 7 del cambio campo. Al rientro, gli ospiti andavano subito sul 10 a 13, il Cosenza non si perdeva d’animo e accorciava a – 1 (12-13);  Ferrara chiamava time-out tecnico per interrompere l’offensiva avversaria. Al rientro sul parquet un primo tempo di Remo e un muro di Princiotta consegnavano la vittoria ai siciliani che, dopo una prestazione di alto livello, dovranno mantenere il profilo basso e raggiungere i tre punti anche sabato prossimo, contro un avversario, la Gupe, composto al suo interno da elementi di grande valore tecnico e da molti giovani.

Cosenza – Savam Letojanni 2-3
Set: 25-22, 17-25, 25-22, 26-28, 12-15
Cosenza Volley: Mille 32, Borghetti 20, Andropoli 1, Longo 7, Marchetti L1, Naccarato, Guerrazzi, Iorno 13, Fasano 4, Gengaro, Di Fino, Fedele, Persico 1. All: Narducci
Savam Letojanni: Schifilliti 6, Schipilliti 4, Ruggeri L1, Remo 18, Princiotta 16, Mazza 10, D’Andrea 15, Degli Esposti, Corso 3, Scollo. N.E. Mastronardo, Pino. All.: Ferrara
Arbitri: Santangelo e Spartà di Catania

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti