La LP Spadafora è un rullo compressore. Superato il Cus Palermo e primo posto solitario

Lp SpadaforaLp Spadafora-Cus Palermo

Continua la marcia spedita della LP Piero Lepro Spadafora che, superando il Cus Palermo, si aggiudica la quinta vittoria su altrettante gare disputate e si conferma capolista indiscussa del campionato regionale di serie D. Privi in quest’occasione dell’infortunato Colica ma con l’esordio del lituano Klevinskas, gli Spartans in avvio di gara mostrano molta imprecisione sotto canestro e poca intensità, difatti dopo i primi tre minuti di gioco il tabellone per i padroni di casa è inchiodato sullo zero. Gli ospiti, dal canto loro, non fanno molto meglio e non riescono ad approfittare della scarsa vena iniziale dei ragazzi di coach Maganza . È Barbera per la Lp Piero Lepro Spadafora a muovere il tabellino per i suoi con ben cinque punti consecutivi e successivamente una penetrazione di Sofia porta il punteggio su uno scialbo 7-4 a 5’45 dalla fine del primo quarto. I palermitani rispondono al tentativo di allungo dei padroni di casa e, complici ancora i reiterati errori di Colosi e compagni, rimangono ad una sola lunghezza di scarto ad 1′ dalla fine della frazione, punteggio 16-15 . È ancora Barbera a salire in cattedra e con due triple consecutive porta i suoi sul +7, 22-15 finale di quarto.

La seconda frazione vede un sostanziale equilibrio nei primi quattro minuti ed a 5’40 dal riposo lungo si è sempre sul +7 Spartans col punteggio di 29-22.
Vento e Klevinskas, per i padroni di casa, si caricano di falli mentre il Cus Palermo sospinto dalla buona prova di Bonanno e Mineo riesce a non far scappare più di tanto i Maganza boys, andando al riposo lungo sul -9 con il punteggio di 38-29.
Al rientro è una tripla di Mobilia (14 punti finali per lui) per Spadafora a muovere per primo il tabellino. Gli ospiti non mollano e tentano di riagganciarsi al risultato. Un contropiede mal finalizzato manda su tutte le furie coach Maganza che chiama timeout e redarguisce i suoi ad una maggiore attenzione ed applicazione. La reazione della Lp Piero Lepro Spadafora non tarda ad arrivare ed è così che si va sul + 16, 53-37 a 3’50 dal termine del terzo quarto. Equilibrati i minuti finali , ci si presenta alla frazione conclusiva con il punteggio di 61-45.

Lp Spadafora

I due Mvp Barbera e Sofia – Lp Spadafora

L’ultima frazione vede gli Spartans allungare ancora, sospinta dal duo Sofia-Barbera (25 punti ciascuno), ed aggiudicarsi la vittoria con il punteggio finale di 87-59.
A fine gara le dichiarazioni di Vincenzo Mammina: “Un’altra vittoria fortemente voluta, che fa proseguire questa nostra striscia positiva e ci permette di rimanere in vetta alla classifica. Nonostante il successo siamo consapevoli degli errori commessi in partita e proprio su questi focalizzeremo la nostra attenzione in previsione della trasferta insidiosa che affronteremo, nel prossimo turno , in quel di Trapani“. 

Lp Piero Lepro Spadafora – Cus Palermo 87-59 
Parziali: 22-15, 16-14, 23-16, 26-14
Lp Piero Lepro Spadafora: Scibilia, Barbera 25, Sofia 25, D’angelo, Vento 1, Santoro, Giorgianni 5, Mobilia 14, Sindoni 2, Colosi 6, Mammina 5, Klevinskas 4. All. Maganza. Vice All. Giorgianni F.
Cus Palermo: Tomasello, Rotolo 5 , Bonanno 15, Griffo 1, Mineo 14, Landino 1, Patti 3, Garofano, Cicala 7, Cigna 4, Inzerillo 9.
All. Catania

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti