Il Coni accoglie il ricorso del Rende! Calabresi ripescati, la serie C torna a 57 squadre

RendeIl Rende può fare festa

Il Rende è stato ripescato in Lega Pro. Il ricorso presentato dall’avvocato Eduardo Chiacchio è stato accolto dal Collegio di Garanzia del Coni che ha di fatto decretato il reinserimento della società biancorossa in Lega Pro. E’ stata, dunque, premiata la perseveranza e la caparbietà del presidente Fabio Coscarella che non ha mai perso la speranza di far prevalere la correttezza e la limpidezza del percorso intrapreso in questi anni.

Chiacchio

L’avvocato Eduardo Chiacchio e i vertici del club calabrese possono stappare lo spumante!

«La Prima Sezione del Collegio di Garanzia, presieduta dal professor Sanino, al termine dell‘udienza tenutasi oggi, ha accolto il ricorso della società Rende Calcio 1968 e, per l’effetto, ha ordinato alla FIGC e alla Lega Pro, ciascuna per le proprie competenze, previa concessione della Licenza Nazionale, l’iscrizione della società ricorrente al campionato di Lega Pro – Serie C, per la stagione sportiva 2017/2018».

Accolto – un po’ a sorpresa – il ricorso, curato dall’avvocato napoletano Eduardo Chiacchio. Il terzo campionato nazionale passa così a 57 squadre. Probabile, adesso, il varo di tre gironi da 19, con i calabresi che verranno inseriti nel girone C. Il Messina perde una delle principali rivali in ottica promozione ma anche un dichiarato obiettivo di mercato, l’attaccante messinese Giovanni Ricciardo, che si era legato ai calabresi proprio nell’ottica del possibile ripescaggio in C.

Commenta su Facebook

commenti