Gruppo Zenith, Samiani: “Al via una stagione importante. Serve il supporto di tutti”

Patrizia Samiani

“Un nuovo inizio”. Con queste parole la vicepresidente Patrizia Samiani ha salutato l”inizio delle attività del Gruppo Zenith Messina, presentando la nuova stagione ormai alle porte.
“Ogni anno proponiamo un nuovo percorso, ma quest’anno si sono gettate le basi per un progetto veramente serio. Perchè le idee senza una consistenza economica non si possono realizzare. Ringraziamo questa importante realtà messinese che ci supporta e cercheremo insieme di scalare nuove vette. Bisogna avere obiettivi da raggiungere finchè non si riesca a creare un gruppo duraturo per i prossimi anni”.
Svelato il nuovo roster per la serie D, categoria che propone ben cinque formazioni peloritane al via.
“Le nuove regolamentazioni che rendono possibile l’utilizzo dello straniero tutto si rivoluziona. Noi puntiamo su giocatori giovani e giocatori esperi, amalgamandoli al meglio e ci porti a ottimi risultati”.
Basket School che continua a lavorare anche coi giovani, cercnado di migliorare ulteriormente i numeri del passato.

Patrizia Samiani

Patrizia Samiani, vice presidentessa del Gruppo Zenith Messina

“In questi anni la società si è sorretta con le entrate del settore giovanile,senza tutto questo non sarebbe stato possibile. Ringrazio tutte le famiglie che ci hanno supportato e portato i loro figli in palestra. Crediamo nelle sinergie con altre società cittadine anche perchè le risorse sono esigue per tutti, altrimenti senza grandi numeri non si ha la forza per continuare e mantenere il vivaio a buoni livelli. Quest’anno speriamo di portare nuovi ragazzi in prima squadra dopo i due giocatori del passato, tra cui Trimarchi che è praticamente nato con la nostra società nel corso degli ulimi dieci anni”.
Domenica il via al campionato col derby con l’Amatori Messina. La dirigenza peloritana spera che il pubblico sia presente all’appuntamento.
“Non è facile portare al palazzetto la gente, noi ci proveremo, contando anche sul seguito di appassionati e famiglie che assiepano gli spalti. Sarebbe bello rivedere il PalaTracuzzi pieno come qualche anno fa”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti