Foggia travolge Lecce e vede la B. Pari a Reggio, successi a sorpresa di Akragas e Melfi

esultanza Foggia

Il Foggia spazza via il Lecce nel big match del girone C di Lega Pro e vede ora più vicina la promozione in Serie B. Allo “Zaccheria”, davanti a 20.000 spettatori, finisce 3-0 per i rossoneri. La squadra di Stroppa ipoteca la vittoria con i gol di Mazzeo e Coletti, tra il 3o’ ed il 33′. Deli completa la festa al 52′. Il Foggia vola così a 65 punti, a +4 sul Lecce, ad otto giornate dal termine del campionato. La Juve Stabia, con Carboni in panchina, torna a vincere, passando 4-2 a Cosenza. Doppiette per le “vespe” di Lisi e Kanoute, mentre ai silani non bastano i due centri di Baclet. I campani sono terzi con 52 punti insieme al Matera, ancora sconfitto. All’Esseneto l’Akragas coglie un’affermazione pesantissima, piegando la formazione di Auteri grazie al rigore trasformato da Cocuzza al 58′. Secondo gol consecutivo per l’ex giallorosso che vale ai biancazzurri tre punti utili ad uscire dalla zona calda.

Cocuzza, ancora in gol per l’Akragas

La Virtus Francavilla cede incredibilmente in casa contro il Melfi. Decisivo al 47′, un altro ex messinese, De Vena. Corsaro anche il Siracusa che si impone per 1-0 ad Andria. Ci pensa Valente, al 16′, a regalare i tre punti agli aretusei. Pari (1-1) tra Catanzaro e Monopoli. Apre Giovinco su rigore, rimedia per i biancoverdi Nadarevic. Senza gol la sfida tra Reggina e Vibonese, con i rossoneri, ultimi in classifica, che colpiscono una traversa (Saraniti). Amaranto a 28 – al terzultimo posto – insieme al Catanzaro. La Paganese regola 2-1 un Catania sempre più spento ed ora fuori dalla zona playoff. Sblocca Alcibiade al 36′, pareggia Di Grazia al 54′, decide il match Firenze, a segno al 72′. Nell’anticipo Fondi-Casertana 1-2. Il Messina, grazie al successo per 3-1 sul Taranto, balza a 34 punti. Cinque ora le lunghezze di margine sulla zona playout, nella quale è piombata proprio la formazione pugliese dopo il ko del “Franco Scoglio”.

Commenta su Facebook

commenti