Ficarra e il Peloro centrano un doppio argento ai Campionati Italiani Coop

Sebastiano Galoforo e Giovanni Ficarrai portacolori del Cc Peloro, Sebastiano Galoforo e Giovanni Ficarra nel due senza (ph Cecchin)

Si chiudono per Giovanni Ficarra con un bottino complessivo di due medaglie i campionati italiani Assoluti Coop di canottaggio per armi senior e pesi leggeri. Sul bacino di regata dello Schiranna a Varese, il canottiere messinese in forza alla Cc Peloro si è messo al collo l’argento nel 2 senza insieme a Sebastiano Galoforo e nel quattro di coppia, sempre tra i pesi leggeri.

Il messinese Giovanni Ficarra

Nella finale del 2 senza, l’equipaggio del Circolo peloritano si è dovuto arrendere soltanto ad Alfonso Scalzone e Giuseppe Di Mare, campioni mondiali Under 23 in carica della specialità e grandi favoriti della vigilia per il titolo tricolore. I portacolori del Royal Yacht Club Savoia hanno fatto gara di testa come nelle previsioni ma Ficarra-Galoforo hanno retto bene la scena, tagliando il traguardo con un ritardo di sei secondi ma soprattutto controllando con grande sicurezza la seconda posizione mai apparsa in pericolo. Con il tempo complessivo di 6’47”34 hanno preceduto di oltre tre secondi l’imbarcazione della Sc Varese composta da Cipolat e Sessa, che ha completato il podio della specialità.

Neanche il tempo di festeggiare che nel giro di mezz’ora i due siciliani insieme ai compagni Massimo Giacobbe e Alessandro Brizi sono tornati in acqua per la finale del quattro di coppia. A imporsi il Cus Pavia che poteva contare su un equipaggio con maggiore esperienza a certi livelli ma l’imbarcazione del Peloro ha resistito alla tentazione di seguirne il ritmo gara, scelta che avrebbe potuto farla andare fuori giri, mantenendo un passo regolare. La prestazione complessiva è stata più che buona con una piazza d’onore conservata per tutto il campo di regata senza grosse difficoltà.

il quattro di coppia del Cc Peloro (foto Cecchin)

Due medaglie importanti per il morale e la convinzione in se stessi, poco importa il colore – commenta Ficarra – sapevamo di avere di fronte in entrambe le prove un avversario una spanna sopra le altre, nel 2 senza ci siamo trovati a gareggiare contro i campioni del mondo under 23 ma abbiamo regatato con la testa evitando di andare fuori giri e puntando al piazzamento che sapevamo essere nelle nostre attuali possibilità. Adesso guardiamo avanti ai prossimi appuntamenti con grande fiducia”.

Commenta su Facebook

commenti