Derby spettacolo tra Costa d’Orlando e Barcellona. Ottima figura dei paladini ma la capolista passa

Costa d'Orlando-BarcellonaPozzi attacca la difesa di Barcellona
Un derby appassionante, vibrante, da lasciare col fiato sospeso fino alla fine gli appassionati presenti al “PalaMangano”. Il Basket Barcellona con tanti tifosi al seguito e la Costa d’Orlando hanno onorato il gioco della pallacanestro, disputando una gara intensa e con numeri d’alta scuola da parte dei singoli dell’una e dell’altra parte del campo.
Alla fine, vince la capolista Barcellona che prosegue la sua marcia in testa alla classifica, ma onore alla Costa d’Orlando che ha dato filo da torcere agli avversari, senza disunirsi nei momenti più difficili e rimanendo in scia fino alla fine.
Le battute iniziali della gara sono molto intense, con difese aggressive da ambo le parti e ritmi elevati che però non si tramutano in punti a tabellone. Al primo time-out, dopo 6’, il punteggio vede Barcellona avanti 9-10. Nel finale del primo parziale gli ospiti provano ad allungare, la Costa non molla e alla prima sirena è 11-16 per i giallorossi.
Costa d'Orlando-Barcellona

L’ec di turno Paunovic marcato

Ad inizio secondo quarto la squadra del Longano colpisce a freddo i paladini e con un ispirato Brunetti tocca il +10 (13-23) costringendo coach Condello all’interruzione temporanea per parlarci su. Gli orlandini del presidente Giuffrè escono bene dal time-out e piazzano un parziale di 7-0 chiuso da una tripla di Sorrentino che vale il -3 (20-23). La lotta al rimbalzo premia spesso i giallorossi, che sui canestri da seconda chance costruiscono un vantaggio di 6 punti immediatamente cancellato dal cuore dei padroni di casa, che con un lay-up di capitan Marinello mettono il muso avanti (29-28) a 2’ dal termine del primo tempo. All’intervallo lungo la Costa conduce 33-32.

La ripresa si apre con due triple in back to back per gli ospiti, cui rispondono un paio di canestri di un ottimo Balic e la bomba di Pozzi che valgono il 40-38 orlandino. La partita è sempre più dura, sul filo dell’equilibrio. Il pallone scotta sempre più e la Costa si affida ai suoi veterani. Pozzi realizza 5 punti di classe, Marinello completa un gioco da 4 punti: è 50-49 a 10’ dalla fine.

Costa d'Orlando-Barcellona

Un’acrobazia di Marinello

In apertura di ultimo parziale Barcellona piazza un mini-break di 0-5 che costringe coach Condello a fermare il cronometro. I biancorossi ripartono e reagiscono ancora di puro orgoglio. Una tripla miracolosa di Pozzi riavvicina i paladini, che impattano sul 57-57 con un palleggio, arresto e tiro dai 6 metri di Balic. I ragazzi di coach Condello giocano una pallacanestro commovente, mettendo sul parquet più del 100%. Un magnifico Pozzi con un gioco da 3 punti porta sul +7 (64-57) i biancorossi ma il derby è ancora lunghissimo perchè i ragazzi di Massimo Friso hanno tante frecce al loro arco. Si lotta strenuamente su ogni palla vagante, a 1’ dalla fine dell’incontro è 68-67 Costa. Gay pesca il jolly dalla lunga con 49” da giocare. Il pallone che vale la gara viene scagliato da Forte: in&out da 3 punti, Barcellona vince per 70-76 al “Palasport Mangano” ma questa Costa d’Orlando non ha nulla da rimproverarsi se non la mancanza di un pizzico di fortuna al cospetto della capolista del campionato.

Da giovedì si volta pagina, il pensiero dei giallorossi è già alla gara con Isernia per blindare una qualificazione alla Coppa Italia sempre più vicina. La Costa invece ripartirà dalle ottime cose viste nel derby e da replicare nel match di Scauri.
Costa d'orlando-Barcellona

Appoggio di Forte

Irritec Costa D’Orlando Capo D’Orlando – Basket Barcellona 70-76
Parziali: 11-16, 22-16, 17-17, 20-27
Irritec Costa d’Orlando: Marinello 10, Balic 17, Fort, Di Coste 1, Forte 6, Giglia ne, Paunovic 8, Sorrentino 3, Munastra, Pozzi 25. All: Giuseppe Condello.
Tiri liberi: 9 / 10 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Pozzi 7) – Assist: 14 (Balic 5)
Basket Barcellona: Idiaru, Grilli ne, Teghini 14, Gay 12, Stefanini 6, Sereni 3, Bruni 16, Brunetti 22, De Angelis, Pedrazzani 3. All: Massimo Friso.
Tiri liberi: 17 / 24 – Rimbalzi: 46 15 + 31 (Brunetti 16) – Assist: 13 (Bruni 7)
Arbitri: Enrico D’Orazio di Vittorio Veneto e Marco Pietrobon di Roncade.
The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com