De Luca: “Pronto a ricevere Sciotto e Bramanti. Il calcio deve unire, non dividere”

Cateno De LucaIl sindaco Cateno De Luca dopo la sua proclamazione

Cateno De Luca, proclamato sindaco, illustra i suoi primi obiettivi

Cateno De Luca Sindaco di Messina, dopo la proclamazione, ci illustra i suoi primi obiettivi. Dal taglio dei costi dello "stipendificio" rappresentato dal Comune al PalaGiustizia, incompiuta trentennale. Si dichiara pronto ad affrontare la questione calcio con il presidente Sciotto e il suo sfidante Bramanti. Intervista di Francesco Straface

Publiée par Messina Sportiva sur Mardi 26 juin 2018

Cateno De Luca è stato proclamato sindaco di Messina dall’ufficio elettorale centrale, che ha certificato i risultati del ballottaggio nel quale ha letteralmente trionfato. Nell’intervista video correlata al servizio ci ha illustrato i suoi primi obiettivi. Dal taglio dei costi dello “stipendificio” rappresentato dal Comune al PalaGiustizia, incompiuta trentennale.

Cateno De Luca

La platea del consiglio comunale invasa dai sostenitori di Cateno De Luca

Si è dichiarato pronto ad affrontare la questione calcio con il presidente dell’ACR Messina Pietro Sciotto e il suo sfidante Dino Bramanti. “Convocherò nei prossimi giorni il massimo dirigente e gli altri imprenditori che si sono attivati in questi giorni. Verificherò quanto vogliono investire e darò la mia benedizione politica. Il calcio deve essere però un segnale di unione e non di divisione”. Chiaro il riferimento al Città di Messina, che dopo la promozione in D ha proposto una coesione d’intenti ai cugini, rimasta però soltanto sulla carta.

“La mia cravatta giallorossa? Un regalo di un sostenitore, la indosserò spesso”. Dismessa la t-shirt “Free Tibet”, tanto cara al suo successore, Renato Accorinti, Messina ha già un nuovo tormentone estetico. Anche se la speranza è quella di potersi concentrare presto solo su aspetti più concreti.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com