Il Cus Unime allunga il passo vincendo a Crotone

Non conosce ostacoli il CUS Unime nel campionato di serie B di pallanuoto maschile. La squadra “universitaria” si è imposta in maniera autoritaria (12-5) anche sul campo della Rari Nantes Crotone e, da imbattuta, ha rinsaldato la propria posizione in testa al torneo cadetto. Un autentico capolavoro quello del CUS Unime, che si è reso protagonista di una vittoria netta e schiacciante in casa della seconda forza del torneo.

La squadra del Cus Unime

Una prova di forza che permette ai messinesi non solo di allungare a +6 proprio sul Crotone (che ha ancora, comunque, un turno da recuperare), ma di lanciare un chiaro segnale a tutte le avversarie del torneo cadetto. Ancora una volta attacco super per i gialloblù che con questa partita arrivano a quota 92 reti segnate in soli 6 incontri e scardinano una delle retroguardie meno perforate. Bene anche in difesa, dove i ragazzi allenati da mister Sergio Naccari sono riusciti ad annullare le bocca da fuoco calabresi.

Basta poco più di un minuto ai cussini per metter in chiaro le cose. Ci pensa subito Cusmano, seguito, pochi secondi dopo, da Ambrosini. Replicano i crotonesi con Bezic (espulso a pochi secondi dal primo intervallo), ma si tratta solo di un fuoco di paglia, perché per la successiva rete dei padroni di casa bisognerà attendere sino alla fine della seconda frazione di gioco. Il CUS, invece, accelera e prende in mano le redini del gioco, allungando con un parziale di 5-0 che tiene sino al termine del secondo parziale. Cusmano e Condemi portano i peloritani sul 4-1 al primo intervallo; poi ancora Cusmano ed Ambrosini colpiscono e portano il parziale sul 6-1 a 4.36 dalla seconda sirena. A 42” dall’intervallo lungo, i pitagorici interrompono il digiuno con Chiodo, ma replica Balaz e porta di nuovo i suoi sul +5.

Vantaggio cussino che aumenta ulteriormente al cambio vasca con De Francesco, Maiolino e Russo (9-2) e soltanto alla fine della frazione sempre Chiodo riesce a mettere una pezza per i pitagorici. Troppo poco per impensierire in qualche maniera gli ospiti, che vanno a bersaglio anche nell’ultima frazione con Ambrosini e Condemi. Prima della sirena finale, a giochi ormai chiusi, Arcuri e Chiodo “alleggeriscono” la sconfitta portando a 5 le marcature crotonesi. Affermazione pesante, dunque, per il CUS Unime, che ha superato a pieni voti il primo vero test di questa stagione.

 

 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti