Acireale sbanca Spadafora e si porta sull’1-0 nello spareggio promozione

Acireale BasketEsultanza Acireale Basket

Un Basket Acireale concentrato e di carattere vince gara 1 a Spadafora contro il Nuovo Avvenire e si porta 1 a 0 nella serie della finale spareggio. E’ stata una sfida tra due compagini dotate di buona tecnica che ha appassionato il numeroso pubblico presente sulle tribune di Spadafora, soprattutto il nutrito gruppo di fede granata.

Acireale mostra subito solidità giocando la sua pallacanestro fatta di intensità, spirito di squadra e capacità tecnica. Il Nuovo Avvenire schiera il quintetto formato da Barbera, Sofia, Vento, Mobilia e Klevinskas; coach Gumina risponde con Khomyn, Panebianco, Venticinque, Patanè e Budrys. Il primo quarto è equilibrato: a Sofia e Mobilia risponde Budrys con 9 punti consecutivi, frutto di tre tap in su rimbalzi d’attacco. Gli accorgimenti difensivi acesi sono abbastanza proficui nel limitare i tiratori avversari ma Klevinskas, nel pitturato, firma il 14 a 9 al sesto minuto; Venticinque porta i suoi sul 14 a 13 mentre Sofia, che chiuderà con 28 punti ed  uno 0 su 5 dalla lunetta, risponde con il parziale di 16 a 13. Acireale recupera bene in difesa e Patanè mette a referto la tripla del pareggio, sul 16 a 16 che chiude il primo quarto.

Spadafora

28 punti per Simone Sofia (Spadafora)

Nella seconda frazione di gioco i granata sono lucidi nella lettura difensiva e sempre presenti a rimbalzo. Gli esterni messinesi trovano difficoltà al tiro contro la difesa schierata e non riescono a dare continuità alle loro azioni offensive. Il punteggio per gli ospiti inizia a lievitare con alcuni piazzati; al quarto minuto Khomyn sigla il  18 a 21 con un rimbalzo d’attacco. Budrys (27 punti, 8 falli subiti, 8 recuperi, 5 su 7 ai liberi) continua a far male alla difesa mentre Gulisano (14 punti, 7 falli subiti) e Venticinque traggono profitto dai loro movimenti. Spadafora si affida a Mobilia (10 punti) e Sofia, i terminali offensivi più pericolosi, ma Acireale difende con ordine, chiude bene ogni linea di passaggio, sporca i piazzati avversari e colpisce in attacco. Due triple consecutive di Panebianco e Gulisano portano il punteggio sul 32 a 39 al settimo minuto, prima della bomba di Patanè che manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 35 a 43. Il terzo quarto è contraddistinto ancora dall’equilibrio. Tuttavia i locali trovano la via del canestro solo con Sofia e le sue penetrazioni al ferro. Al contrario Acireale manda a segno un po’ tutti i suoi atleti ed il parziale della terza frazione recita 17 a 17.

Panebianco apre gli ultimi dieci minuti con una tripla; Budrys lo imita ed al terzo minuto il punteggio recita 56 a 63. Spadafora non molla, Klevinskas dalla lunetta fa 58 a 63, seguito da una tripla di Barbera, al quarto, che porta il punteggio sul 61 a 66. Nonostante l’alto numero di falli per diversi atleti, i granata difendono con ordine ed intensità. Spadafora, al contrario, gioca ad intermittenza ed al sesto minuto si ritrova sotto con il punteggio di  61 a 71. Le triple di Budrys prima e di Patanè poi, portano il punteggio sul 63 a 77. Escono per falli Mobilia e Venticinque ma l’ottimo Gulisano e compagni controllano il gioco. Ci pensa Panebianco a mettere la firma sull’incontro con l’ennesima tripla, seguita dal sottomisura di Daniele Ricca su assist di Patanè per il 65 ad 84 finale. Domenica 27 Maggio 2018 al PalaVolcan di Acireale alle ore 19 andrà in scena Gara 2 della finale spareggio. Gli acesi cercano la vittoria che significherebbe promozione, mentre Spadafora è alla ricerca del riscatto per portare la serie a gara 3 da giocarsi eventualmente in campo neutro a Catania.

Acireale

Matas Budrys – Acireale

Nuovo Avvenire Spadafora – Acireale 65-84
Parziali: 16-16, 35-43, 52-60, 65-84
Spadafora: Barbera 11, Sofia 28, D’angelo n.e., Molino 2, Vento 2, Santoro n.e. Giorgianni n.e., Mobilia 10, Colosi, Colica 3, Mammina 2, Klevinskas 7. All. Maganza
Basket Acireale: Khomyn 4, Antronaco 5, Cerame, Gulisano 14, Panebianco 11, Russo, Ricca 2, Patanè 17, Venticinque 4, Massimino n.e., Budrys 27, Privitera. All. Gumina.
Arbitri: Arbace e Scalone di Ragusa

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com